Berlusconi nehellenio

«Una forza del bene contro le forze del male, un esercito dei difensori e paladini della libertà che risponderanno direttamente a me!»
«La sinistra vuole “uno stato di polizia”, che punta all’invasione di stranieri perché pensa che si possa cambiare il peso del voto che ha visto la vittoria dell’Italia moderata.»
«Noi vogliamo restare liberi, amiamo la libertà. Siamo già tutti sottoposti al controllo dei telefoni e oggi è già uno stato di polizia. È un sistema barbaro.»

È tutto scritto qui.

Adesso non so voi, ma a me sembra che, pur odiando tanto i comunisti, abbia un culto della sua persona che fa tanto Stalin.
Oltre al fatto che, in tema di equilibrio psichico, assomiglia sempre di più a una via di mezzo tra il dittatore russo e Nehellenia. Ovvero, una donna di mezza età perennemente davanti allo specchio e con manie di dominio assoluto, che non accetta la sua vecchiaia e che va in giro con acconciature di dubbio gusto.