Quei bravi ragazzi

Forme di relativismo italiota.

Se un cittadino di nazionalità rumena stupra una donna e la uccide è un mostro. Se un immigrato, un extracomunitario, qualsiasi individuo che non sia italiano compie un crimine è un pericolo sociale che va severamente punito, senza se e senza ma.

Se le stesse cose le fanno cittadini italiani, come ad esempio ammazzare una donna – guarda caso rumena – con un pugno, si tratta di bravi ragazzi che hanno sbagliato.

Sarà…

P.S.: io non vado in giro ad ammazzare infermiere, semmai cedo il posto in autobus alle signore anziane. I miei mi hanno insegnato che questo è essere bravi ragazzi.

P.P.S.: e ovviamente ci si mette a difenderlo pure il PdL… vuoi vedere che a questo campione di bon ton lo fanno deputato a breve?

Annunci