Febbre

La vita è una merda, ecco.

In tutto questo, prendo tisane chimiche al sapore di limone, miele e cianuro, che guariscono dal male alle ossa, dal cerchio alla testa, abbassano la temperatura e, con l’aggiuta di un additivo mucolitico, ti fanno scatarrare più in fretta. Cura un sacco di belle cose, ma in compenso ti fa venire il cancro. Al fegato.

Faccio test idioti su Facebook, del tipo “Quale Peanuts sei?” et similia. Per i più curiosi, è venuto fuori che sono Linus, il che è fondamentalmente vero. Poi qualcuno obbietterà che questi test cretini li faccio pure quando sto bene, altrimenti non si spiegherebbe sul mio profilo il riquadro “Quale guerriera Sailor sei?”.

E siccome ho deciso di volermi bene, mi coccolo un po’ con Carmen Consoli e occasionali prodotti a base di cioccolato che popolano la mia (nuova) cucina, dellà.

In tutto questo devo comunque andare a scuola perché non ho la copertura medica per cui se mi ammalo non mi pagano e visto che il mio stipendio non fa rima con “ricchezza”, perdere una giornata lavorativa non mi attrae moltissimo. Almeno fino a quando starò in piedi o sarò ancora in grado di farlo.

Tutto questo per dirvi che sono in [“lamento” mode: on], che mi sto facendo le palle à la julienne, alterno brividi di freddo a esplosioni solari dentro il letto – che assomiglia sempre di più a una friggitricee che voglio la mamma. Ecco.