Estetiste e profumiere

Ne parlavo ieri, a cena, con la mia amica Milla.

Per i gay esiste la categoria delle profumiere. Te lo fanno annusare, ma non te lo daranno mai.
Per le lesbiche, invece, ci sono le cosiddette estetiste. Coloro, cioè, che chiedono la tua mano solo per togliere le pellicine. Per strappar via pezzetti di te.

In entrambi i casi, amano esercitare una forma di controllo sulle persone, toccando i loro desideri, ma senza il dovuto rispetto che andrebbe usato quando nascono delle aspettative.

E controllare una vita di cui nulla ti importa è, alla fine di tutto, un modo come un altro di essere sfigati.
E, a lungo andare, di rimanere soli. O almeno io credo.

Perché il Vaticano è ossessionato dai gay

…o almeno, io la penso così.

P.S.: non fate caso al fatto che spunto sempre con un cocktail in mano alla fine di ogni puntata. Non sono un alcolista. C’ho le prove.