Genitori gay? Per il Pd meno degni dei mafiosi

gangster_4

Partiamo da un’evidenza: il Pd, con le unioni civili, vorrebbe ricucire a sinistra. Poi però in quel progetto di legge spunta un emendamento che, nell’ordine:

  • congela la genitorialità di gay e lesbiche per due anni
  • in un secondo momento, se il giudice vuole, si accede alla stepchild.

Per il Pd, dunque, se sei omosessuale devi dimostrare più degli altri di essere un buon genitore. Di contro non chiede le stesse garanzie a mafiosi, assassini, “coppie dell’acido”, ecc.

Ritorniamo a quanto detto all’inizio: con le unioni civili, il Pd vorrebbe ricucire a sinistra. Magari con lo scopo di ottenere il voto (anche LGBT) per le amministrative. Io penso che subito dopo l’approvazione di questa legge-apartheid (che siamo pure costretti a difendere), sempre se verrà mai approvata, dovrebbe partire una campagna delle associazioni per indicare quali partiti non votare alle prossime comunali. Il Pd dovrebbe essere sul podio degli invotabili. Per l’intrinseca omofobia che anima anche quei provvedimenti che, nell’ignoranza del simpatizzante renziano medio, vorrebbero essere friendly.

In tutto questo la manovalanza gay del partito piagnucola, auspicando pazienza e comprensione – il tenore è: meglio questo che niente, d’altronde siamo “froci” cosa possiamo pretendere di più? – o raglia, accusando di solito gufismo chi, giustamente, si indigna. Del senso della propria dignità, invece, nemmeno l’ombra.

3 thoughts on “Genitori gay? Per il Pd meno degni dei mafiosi

  1. veramente “la coppia dell’acido” è stata privata della potestà genitoriale a quanto ne so ma anche se così non fosse dubito che riuscirebbe ad adottare un bambino (salvo corrompendo i funzionari) così come non potrebbe adottarlo legalmente un mafioso pluricondannato
    Certo i mafiosi possono avere e hanno figli biologici con metodi “naturali” e lo stato non può toglierli loro a meno che non abusino di loro fisicamente o sessualmente, questo però lo si deve accettare: in una democrazia liberale anche i “cattivi” possono figliare e lo Stato non può toglier loro i pargoli biologici salvo casi dimostrati di maltrattamenti gravi, abusi, povertà estrema. Nelle adozioni il caso è diverso: se tu mi dimostrassi che in un Paese dove i gay possono adottare un ente per le adozioni ha preferito dare un figlio a degli etero mafiosi condannati piuttosto che a una coppia dello stesso sesso dalla fedina immacolata allora avresti ragione. Io sono favorevole alla Cirinnà e anche ala stepchild adoption che sono persino un compromesso al ribasso rispetto a quel che vorrei io: matrimonio civile egualitario e adozioni anche per le coppie gay ma a volte sei esageratamente polemico. La democrazia prevede che per avere dei figli biologici attraverso il rapporto sessuale non si debba dimostrare nulla, anche se sei una merda puoi fare un figlio e se non lo riempi di botte lo Stato te lo lascia crescere, invece per adottarli si devono superare degli esami e se una volta che le adozioni saranno legali saranno chiesti ai gay di dimostrare canoni di onestà superiori a quelli richiesti alle coppie etero che desiderano adottare allora sì la tua provocazione “per il Pd i gay sono peggio dei mafiosi” sarà vera

  2. Davvero Paolo pensa che il paragone sia tra la stepchild-gay e il concepimento naturale etero? Mi stupisce questa ingenuità…va be’ spiego:
    1. la legge Cirinnà sulle unioni civili con la stepchild riguarda solo le coppie omosessuali (c’è una parte diversa che regola le convivenze, sia etero che omo, ma non c’entra con le coppie o le adozioni).
    2. l’adozione del figlio del coniuge è prevista in Italia, per gli etero sposati, ma non prevede alcuna attesa (basta il consenso dell’altro genitore biologico).
    (dirò di più: per l’adozione di base, quella dove un orfano trova due nuovi genitori, il periodo di accertamento dell’idoneità genitoriale è di 4 mesi, a cura dei servizi sociali; segue l’affidamento pre-adottivo: questo dura un anno. E stiamo qui parlando di passare da perfetti sconosciuti a genitori).
    Quindi, secondo questo emendamento, una coppia omo dove si vuole adottare il figlio del coniuge è nettamente discriminata rispetto a una etero nella medesima situazione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...