Halloween e i preti che nessuno invita alla festa

hungry-history-the-halloween-pumpkin-an-american-history-EE Amicone – quello che i gay si possono curare – fa tripli salti carpiati per dimostrare che è una festa che qualcuno ha rubato all’unica, vera religione esistente.
E padre Amorth parla di zampino del demonio.
E le menti più provate fanno cartelloni da esibire su Facebook in cui parlano di cultura della vita (e aridaje) contro cultura della morte.
Eccetera eccetera.

Io credo che dietro la querelle di certi cattolici contro Halloween ci sia una profonda invidia. Il mondo occidentale ha recuperato, trasfigurandola, una tradizione pagana che non ammette intermediari. Un po’ per gioco, un po’ per business, un po’ perché c’è chi ci crede davvero. E fa presa, anche a sud delle Alpi. E questo ai preti non va bene, perché non sono previsti. Un po’ come quelli non invitati alla festa del momento che non possono fare altro che parlarne male.

***

P.S.: io non credo a forme di vita superiori, divinità di vario tipo, ecc. Ma una parte di me ama i simboli e conserva una sua spiritualità. A me fa bene credere che, per una notte, il mondo dei morti e il mondo dei vivi si uniscono e non ci vedo nulla di diabolico, in tutto questo. Ieri ho celebrato Samhain (l’altro nome della notte del 31 ottobre) così: una candela accesa, fuori nel terrazzino, melograni e frutta secca per le anime dei defunti, le voci dalla cucina e i pensieri dentro. Verso chi non c’è più, con profondo affetto. Poi qualcuno saprà dirmi cosa c’è di malvagio in tutto questo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...