Roma Pride 2014: adesso fuori i diritti!

#matteometticilafaccia

#matteometticilafaccia

Tra poco ci sarà il corteo del Roma Pride 2014, con il quale non solo si rivendicano i diritti di cittadinanza, ma si festeggia il ventennale di quello che, con ogni ragione, può definirsi la manifestazione LGBT più importante d’Italia.

I ragazzi e le ragazze delle associazioni che fanno parte del Coordinamento organizzatore hanno fatto un lavoro egregio e si sono spesi fino alla fine, per la buona riuscita dell’evento. I numeri e la qualità degli eventi del Pride Park parlano da soli, in tal senso.

Il Roma Pride ha avviato la campagna di sensibilizzazione #matteometticilafaccia e pubblicato questo video, su Youtube, in cui ricorda al presidente del Consiglio Matteo Renzi le sue promesse, al momento rimaste sulla carta e passate del tutto sotto silenzio.

Faccio alcune brevi considerazioni su questa giornata e su cosa dovrebbe rappresentare per tutti e tutte.

Innanzi tutto spero vivamente che il pride di oggi non diventi l’occasione, da parte del solito politico che ha fatto della sua omosessualità una bandiera per la propria carriera personale, per la solita passerella al fine di riscuotere applausi e interviste in TV.

Per essere chiari fino in fondo: io la legge sull’omofobia non me la scordo. Chi l’ha voluta e sostenuta dovrebbe starsene a casa oggi, per quel che mi riguarda. E non perché si nega la piazza a qualcuno/a, sia ben chiaro. Nessuno può arrogarsi il diritto di cacciare chicchessia. Ma è un discorso di decenza, politica e umana: per non insultare, in altre parole, ancora una volta comunità intera che chiede piena dignità. Perché oggi si manifesta anche contro un certo modo di fare politica sulla nostra pelle. Poi ognuno faccia i conti con il proprio senso del pudore.

Per il resto, ho la sensazione che la manifestazione di oggi sarà una delle più belle e delle più forti di tutti i tempi, in materia di diritti civili. Oggi scenderà in piazza la società tutta, tutte le famiglie possibili. La parte migliore del paese, che è tale non perché è dalla nostra parte, ma perché è dalla nostra parte perché tale!

E quindi buon Pride a tutti e a tutte, ci vediamo a piazza della Repubblica tra un quarto d’ora.

Advertisements

One thought on “Roma Pride 2014: adesso fuori i diritti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...