Maria Elena Boschi e la superiorità dei credenti

Maria Elena Boschi

Dice Maria Elena Boschi, tra le altre cose, in una intervista su Vanity Fair: «La fede ispira anche il mio impegno politico ma le scelte devono essere fatte rispettando le idee di tutti, anche di coloro che non credono».

Il legislatore tuttavia – anzi, la legislatrice nella fattispecie – dovrebbe agire non secondo la sua fede, ma in base a quanto scritto sulla Costituzione. Credere che avere una fede – caratteristica che ai nostri tempi si configura sempre di più come una tara ideologica e non certo un qualcosa che aiuta a progredire nel benessere collettivo (si veda la legge 40, in merito) – sia una marcia in più è un atto di arroganza che posiziona il credente (o il religioso) in un posto privilegiato nel consesso civile e riduce il laico (o l’ateo) ad eccezione dalla norma da “tollerare”.

La ministra, con le sue parole, ci ricorda che si può sopportare anche chi pretende che l’eguaglianza tra esseri umani sia una prerogativa della democrazia e non una concessione divina.

Ma anche questo, appunto, è renzismo.

Advertisements

6 thoughts on “Maria Elena Boschi e la superiorità dei credenti

  1. Per anni abbiamo tollerato che dichiarazioni di questo tenore venissero rese con nonchalance, anzi pensando che fossero quasi ovvie, se non auspicabili! Ma soprattutto abbiamo tollerato (e tolleriamo) che uguaglianza e rispetto non siano caratteristiche implicanti una qualche reciprocità… di cosa meravigliarsi ora? Si raccoglie semplicemente quel che si è seminato o quello a cui non ci si è opposti quando era possibile farlo. Oggi è davvero arduo fare marcia indietro…

  2. è già un risultato positivo avere una ministra credente che si dichiara a favore del matrimonio anche per le coppie gay e, anche se più “prudentemente”, si dichiara favorevole alle adozioni

  3. Per quanto concordi col tuo punto di vista, non capisco perché ha scritto questo post in polemica con quello detto dalla Boschi.

  4. La parola “fede” è una parola “chiave” che apre tutte le porte… Dall’inferno al… paradiso… dalla chiesa alla… politica.
    Furbetta la signorina… E noiosamente prevedibile. Che super noia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...