Sul Fatto Quotidiano: “Fecondazione eterologa e il linguaggio della paura”

Dichiarata incostituzionale la legge 40

«Con l’abrogazione del divieto alla fecondazione eterologa cade l’ultimo baluardo di un’ingiustizia lunga dieci anni, fortemente voluta dalla destra berlusconiana e dai cattolici dell’Ulivo che fu. Tra i pilastri della legge 40 c’erano anche le questioni della diagnosi e del numero degli embrioni da impiantare, tutte considerate contrarie al desiderio umano di avere prole, possibilmente sana. Quel provvedimento negava anche il diritto della salute della donna e della serenità della coppia. Per fare questo gli artefici di quella che, per beffa del destino, è divenuta un “aborto di legge”, non hanno avuto problemi ad andare contro la Costituzione.»

E il resto lo puoi leggere sul Fatto Quotidiano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...