Sul Fatto Quotidiano: “Come difendersi da chi vuole difenderci dal gender”

le Sentinelle in piedi

Ripropongo anche qui l’articolo che ieri è stato pubblicato sul Fatto Quotidiano on line, dove cerco di dimostrare le reali ragioni della crociata antigay portata avanti da Bagnasco e dai movimenti cattolici integralisti.

Vi riporto uno stralcio:

Il “gender”, per come è narrato, si configura però come un’invenzione dei cattolici. Semmai esistono gli studi di genere o Gender studies, nati dalla sinergia di diverse discipline (giuridiche, sociologiche, psicologiche, linguistiche, ecc). Essi sostengono che fino ad oggi la società si è strutturata sulla prevalenza di un genere su un altro. Il maschilismo, attraverso il patriarcato, ha imposto per millenni il controllo sociale su donne e infanzia, reprimendo le diversità. Una tra tutte, l’omosessualità.

E vi segnalo un paio di commenti:

«Un articolo che esordisce con “L’offensiva antigay messa in atto dalle gerarchie religiose” dimostra chiaramente che questa storia sull’omofobia è stata tirata fuori dai quelle lobby che vogliono spazzare via la religione dal mondo e sostituirla con un’altra “laica”, consumistica e che manipoli le coscienze senza se e senza ma.»

«Adesso difendiamo pure l’immoralità, il vizio e eleviamo l’immonda diversità a cultura solo perché i malati di gaysmo non si suicidano.»

«Concludo dicendo che […] se un professore o maestro o altro cercherà di inculcare simili idiozie ai miei figli se la vedrà con me: e non vorrei essere nei suoi panni…»

Molti altri sono i commenti di questo “spessore”. Questo per chi mi dice che in Italia non c’è un problema di omofobia. Poi va bene, sono trolls. Ma sono reali. Per il resto buona lettura.

Advertisements

4 thoughts on “Sul Fatto Quotidiano: “Come difendersi da chi vuole difenderci dal gender”

  1. Ripeto ancora che per me sono inquietanti i commenti che si leggono sul FQ: me li aspetterei se leggessi Libero o il Giornale o Tempi, ma a quanto pare la fauna che legge il quotidiano di Travaglio è la stessa.

  2. quello che mi confonde e’ che DA SEMPRE si sa che alcuni religiosi cattolici (e non solo cattolici) praticano la pedofilia… pero’ sembra che oggigiorno ci sia un’epidemia di questi casi.
    La pedofilia c’e’ sempre stata, solo che una volta non se ne parlava e si subiva in silenzio. Per fortuna i tempi sono cambiati. Ora pero’ si eccede negli opposti… appena un adulto maschio (di solito si parla di maschi, ma ci sono anche femmine) mostra un segno d’affetto innocente verso un bambino/a o un adoescente che subito si grida ”al pedofilo”
    Devo dire che siamo una societa’ davvero contraddittoria, sara’ pure bello, ma che fatica gestirla.

  3. #Remo
    No, nessuna meraviglia: ricordati che questo Paese non ha mai avuto una rivoluzione sessuale, non ha avuto un 68 se non a livello di piccole e sparute élites. Inoltre guarda bene a quel che accade in Francia e che verrà senz’altro esportato qui da noi con successo. La cultura cattocomunista di cui è pregno questo Paese, unita a quella fascista, non permetteranno mai il superamento della vera e unica ideologia di genere che impera da 2000 anni: quella giudaicocristiana che impone due soli generi contrapposti dai ruoli immanentemente definiti. La debolezza e l’inconsistenza culturale della cosiddetta “comunità” LGBT fa il resto: fu facile profeta Giovanni Dall’Orto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...