I sudditi di Matteo

verso la sudditanza renziana?

Riporto due commenti che mi sono stati rivolti in una discussione su Facebook sulla riforma costituzionale voluta da Matteo Renzi, supportata dal Pd e suggerita da Berlusconi. Il discorso che cercavo di fare è che certi cambiamenti possono portare a una rapida deriva autoritaria del nostro paese.

Ecco come mi ha risposto il primo dei miei interlocutori: «Il programma di Renzi ha vinto le primarie e la base ha scelto quel programma quindi in democrazia si rispetta e si va avanti con quel programma perché la leadership esiste in tutti i paesi democratici. Renzi non mi sembra abbia fatto un colpo di stato e starà lì fin tanto che la maggioranza lo sosterrà e il partito lo voterà. Fatevene una ragione!»

L’altro: «Caro Dario, te ne devi fare una ragione, gli elettori del PD hanno scelto Renzi, perché per la sinistra novecentesca che sogni tu, non c’è più spazio neppure sui libri di storia.»

Sembra che la parabola renziana sta completando l’involuzione in cui è caduta la società italiana a partire dalla famigerata “discesa in campo” del 1994. Con il leader di Forza Italia, infatti, essa ha subito una metamorfosi in senso di “popolo”. Adesso, con l’ex sindaco di Firenze, quello stesso popolo si sta tramutando in “massa di sudditi”. Massa acritica e che funziona per slogan, purtroppo.

Inoltre: siamo arrivati dove dovevamo arrivare, al “Renzi ha vinto le primarie, adesso governa lui, fatevene una ragione!”. Come se il voto di due milioni di persone (per me illuse, per altro) avesse più valore di elezioni democratiche e regolari. Questi vorrebbero ridisegnare il paese sulla base di un’allucinazione di massa. Andiamo benissimo.

Annunci

4 thoughts on “I sudditi di Matteo

  1. Mi permetto di dissentire.
    Il sistema italiano non è una democrazia diretta che elegge il capo del governo, ma una democrazia parlamentare: è il parlamento che dà la fiducia a un primo ministro e a un governo. Inoltre, non c’è alcun vincolo di mandato tra elettori ed eletti.

    Questo premessa per dire che il governo di Renzi, indipendentemente dal giudizio politico, è pienamente legittimo, e può essere considerato un risultato di elezioni democratiche e regolari.

  2. Renzi mi fa schifo, ma l posto di questa pseudodemocrazia, che l’attuale costituzione non è mai stata in grado di darci, preferisco una dittatura che almeno appare per quello che è perché delle prese in giro sono ormai stanco.

  3. elfo pensavo proprio a queste cose ieri parlando con una amica. di fatto renzi non è stato votato dal popolo e nonostante ciò invece di occuparsi di migliorare la gestione economica delle finanze disponibili si appresta a intervenire su istituzioni che sono la base della democrazia di questo paese. la parola d’ordine è fare in fretta, chissenefrega di quello che pensano “i professoroni” come chiama lui grasso e rodotà (padre costituente), chi non è con me è contro di me; questo è quanto: avanti tutta sennò mi dimetto. la fretta poi solo su certe cose, altre possono aspettare (diritti civili) e forse è meglio visto quello che è stato capace di fare scalfarotto…
    massimo

  4. Dei due milioni di elettori alle primarie, mi pare che un milione e cinquecentomila scelsero Renzi… In ogni caso i tempi mi sembrano maturi per una svolta autoritaria: il turbocapitalismo è definitivamente incompatibile con la democrazia, il divorzio è quindi consumato.
    La cosa triste è notare che le vittime si ergono a complici attivi di questo disegno che ci porterà dritti dritti alla prossima catastrofe, forse universale: gli anni Venti del secolo scorso non ci hanno insegnato proprio nulla?

    P.S.: Come mai la gran fretta “riformista” di Renzi&co. non riguarda anche i diritti civili? Ah già: forse sono un intralcio anche loro, insieme alla democrazia… (vista la qualità del personale politico italiano e piddino in particolare, però, forse è meglio così!!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...