Luxuria arrestata a Sochi. Ma l’Italia non se la passa meglio

Il tweet di Luxuria a Sochi

Un paio di pensieri a caldo sugli ultimi fatti accaduti alle olimpiadi in Russia.

Vladimir Luxuria è stata arrestata, dopo essersi recata in Sochi per manifestare contro la legge anti-gay. La notizia è stata diffusa da Imma Battaglia che dichiara che l’ex parlamentare del PRC è stata portata via dalla polizia locale in quanto aveva con sé una bandiera con su scritto, in lingua russa, «gay è ok». Pare, inoltre, che gli agenti si siano comportati in modo abbastanza brutale.

Nell’attesa che venga rilasciata al più presto, che le nostre autorità siano sollecite e esemplari in tal senso, e nell’augurio che stia bene, non rimane che una triste considerazione su quanto sta succedendo in questi giorni in Italia e nell’Europa dell’est: la Russia ci fa orrore, perché omofoba. Ma – dopo le ultime eroiche gesta di sottosegretari del Pd che censurano le iniziative di lotta all’omofobia dell’Unar – il nostro paese che, per compiacere le sfere religiose, vieta di parlare di rispetto delle persone LGBT nelle scuole non è poi così diverso.

Non possiamo scandalizzarci più di tanto per quanto accade nel mondo, quando dentro casa nostra si sta prendendo quella china. Occorre riflettere approfonditamente su questo. E, conseguentemente, porvi rimedio.

Annunci

5 thoughts on “Luxuria arrestata a Sochi. Ma l’Italia non se la passa meglio

  1. hanno mandato una lettera di demerito. Gli opuscoli sono disponibili sul sito. Ma non mi piace la piega censoria dell’ex governo, ribadita fino all’ultimo.

  2. A me fanno spavento i commenti che ho letto sul Fatto Quotidiano.
    “Se l’è cercata, affari suoi” questo il più gentile.
    Non sul Giornale o su Libero, bada bene.
    Non mi aspettavo questo sfogo di ferocia.
    Sono disgustato.

  3. Nulla di cui stupirsi, #muccardo. Quando per anni inculchi che la maggioranza ha sempre ragione e che rispettare qualcuno significa anche permettergli di sopraffare qualcun altro, purché lo faccia “in casa propria”; quando scambi il razzismo con una “legittima opinione”, cosa vuoi pretendere? Guarda che anche in casa “progressista” (o sedicante tale) quella ideologia lì ha preso piede!

  4. Ah, vi sono anche i Progressisti in Italia?
    Che sbadato, non me n’ero accorto per niente…
    A parte gli scherzi, hai ragione Luca, e devo dire “putrtroppo”.
    So bene di che pasta sono quelli che avrebbero dato un braccio per il progresso del proletariato ma nemmeno un giorno di stitichezza perché una trans venisse rispettata.
    Mi duole usare frasi fatte, ma l’Italia è per la maggior parte popolata da ipocriti.
    Alcuni bavosi, altri anche pericolosi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...