Google è gay-friendly, Facebook tollera l’omofobia

Un'utente di Facebook gioisce dell'omicidio di un gay

Un’utente di Facebook gioisce dell’omicidio di un gay

L’altro giorno una mia cara amica, Tiziana Biondi, presidente dell’associazione Stonewall GLBT di Siracusa, mi scriveva per segnalare un profilo Facebook di un fake i cui contenuti non rientrano propriamente nel concetto di umanità e senso civico.

In questa pagina, infatti, si possono leggere post vari, quali incitazioni alla violenza, compiacimento per le uccisioni di gay, il proprio favore nei confronti di Putin, equivalenza omosessualità-malattia, con commenti del tipo «se non si curano che vadano in prigione» e amenità similari.

In molti e in molte abbiamo segnalato la pagina e i post incriminati ai gestori, ma ci siamo visti rispondere così:

per Facebook gioire della morte di un gay rientra negli standard della comunità

per Facebook gioire della morte di un gay rientra negli standard della comunità

Ma non solo. Anche un’altra attivista, Gabriella Mastrovalerio di Arcigay Reggio Calabria I due mari, si è vista recapitare la stessa notifica dopo aver segnalato gli stessi contenuti.

Prendiamo quindi atto che articoli e dichiarazioni come quelle che si rallegrano per la morte di una persona – omosessuale, nello specifico – rientrano negli standard di comunità del social network di Zuckerberg.

Per fortuna, dall’altra parte della barricata, Google oggi dedica un doodle non solo alle Olimpiadi di Sochi, ma anche al diritto delle persone, tutte, di praticare lo sport e coronando la homepage con la bandiera arcobaleno della comunità LGBT.

il doodle per i giochi di Sochi

il doodle per i giochi di Sochi

L’intestazione recita: «La pratica dello sport è un diritto dell’uomo. Ogni individuo deve avere la possibilità di praticare lo sport senza discriminazioni di alcun genere e nello spirito olimpico, che esige mutua comprensione, spirito di amicizia, solidarietà e fair-play.»

Ecco, magari lo mandiamo a Zuckerberg. Con l’invito a rileggersi le norme di comportamento che si convengono non tanto di una piattaforma digitale, quanto a una società civile. Sono fermamente convinto che avesse un figlio gay non avrebbe piacere a dar voce a gente che potrebbe gioire della sua morte.

Annunci

7 thoughts on “Google è gay-friendly, Facebook tollera l’omofobia

  1. Io per mesi ho segnalato degli interventi omofobi di Vismara e della sua cricca via Facebook, ma sempre sbattendo contro un muto di gomma, finché ho smesso. Purtroppo, l’unico segnale efficace, sarebbe un boicottaggio collettivo da parte di tutta comunità GLTB, andando via in massa; ma c’è poi il rischio di lasciare un così potente strumento esclusivamente nelle mani delle falangi omofobe più estreme e virulente.
    Inoltre non so neppure se vengono respinte solo le segnalazioni della comunità italiana oppure in tutte le lingue (magari non hanno proprio dei moderatori italofoni). Siccome però pare che quelli di FB sino piuttosto solerti a rispondere alle sollevazioni politiche, bisognerebbe che qualche parlamentare facesse un’interpellanza.

  2. facebook è una vergogna per l’umanità e siamo più stronzi noi che ci restiamo solo perché offre alcune possibilità che altri non hanno. ma tutela e controlli ZERO!!!!

  3. Giorni fa è stato rubato l’account di un gruppo con migliaia di iscritti. I tizi autori del gesto hanno postato nel gruppo molte foto assolutamente da censurare!! Hanno rubato diverse foto a delle donne e le hanno ripostare con commenti denigratori. Per quanto riguarda le immagini di carattere assolutamente vietato, anch’io ne ho segnalato una serie a fb. Così come profili e commenti di una illegalità sconcertante. Ma fb li ha tutti lasciati dov’erano, tranne le immagini esplicite (ma con un tira e molla del tipo: è stato ripristinato, ci abbiamo ripensato, per noi non è da censurare…), ma i profili, il gruppo da vandalizzare, i commenti e le immagini degli utenti sono stati lasciati lì!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...