Vi spiego perché l’omofobia è simile al nazismo

manifnazi

Le proteste di Manif pour tous

Un mio post su Twitter ha fatto molto arrabbiare Manif pour tous Italia.

Eppure non c’è molto da dire sulla questione. Storicamente è andata così.

C’era una corrente di pensiero che vedeva i neri e, più genericamente, le popolazioni non europee come inferiori ai bianchi. I neri, per questa ragione, nella loro lotta di liberazione hanno dovuto scontrarsi co un atavico razzismo, che ha portato in America a iniziative ingaggiate dal famigeratissimo Ku Klux Klan.

Per secoli, ancora, gli ebrei sono stati considerati un’aberrazione dal pensiero cristiano in quanto “deicidi”. Millenni di antisemitismo hanno portato non solo a discriminazioni e ghettizzazione, ma anche al tragico fenomeno del nazismo e dei campi di sterminio.

Adesso, dopo ebrei e neri (e con modalità diverse ma dinamiche analoghe, ricordiamo anche la questione femminile), è il momento della liberazione delle persone LGBT. Il nemico di noi gay, lesbiche, bisessuali e persone trans è l’omo-transfobia. Questo fenomeno è ingrediente di violenze e aggressioni. Basta vedere cosa sta succedendo in Russia e in Nigeria. O basta ricordare cosa accade in paesi come Iran, Sudan, Somalia, ecc.

manifpourtous

I commenti di una militante di Manif pour tous

Ergo l’omo-transfobia nasce in quello stesso sottobosco “culturale”.

La risoluzione europea per altro è molto chiara in merito:

l’omofobia consiste nella paura e nell’avversione irrazionali provate nei confronti dell’omosessualità femminile e maschile e di lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT) sulla base di pregiudizi, ed è assimilabile al razzismo, alla xenofobia, all’antisemitismo e al sessismo […]

Poi non si arrabbino i/le militanti di certe associazioni se – secondo il mio parere, supportato da evidenze storiche e pronunciamenti istituzionali – certe iniziative sono riconducibili, culturalmente, al retroterra che ha dato linfa al nazismo e alle violenze contro i neri.

Per altro, proprio rifacendosi a quanto loro stessi dicono, non hanno bisogno di inalberarsi di fronte a certi paragoni. Significherebbe non rispettare chi non la pensa come loro. E loro sono sensibilissimi su questo punto. Converrete…

Advertisements

7 thoughts on “Vi spiego perché l’omofobia è simile al nazismo

  1. Considerando che Putin è diventato l’idolo dell’area ciellina di Tempi solo perché vara leggi antigay in nome della “tradizione”, direi che hai perfettamente ragione: hanno come beniamino un dittatore.

  2. Le truppe si stanno muovendo, e la “questione” gay sarà nuovamente una delle questioni calde nella prossima campagna elettorale. Vi segnalo le interrogazioni 2014 ! (Gigli, Malan,ecc..) che si stanno scatendando in parlamento. Interrogazioni nate dai documenti prodotti dall’UNAR – l’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali. Molto istruttive sia sul versante degli argometni della polemica politica sia della preoccupazione di costorso sulla capacità di elaborazione di documenti che possano far maturare i cittadini. (dopo le disastrose campagne editoriali cattoliche in senso contrario, come alcuni studi dimostrano -Urbinati e Marzano – La riconquista cattolica della Sfera Pubblica)

  3. Pingback: Vi spiego perché l’omofobia è simile al nazismo | NUOVA RESISTENZA

  4. Doppiamente attenti: il gesuita buon Papafrancesco ha combattuto in prima linea CONTRO unioni e matrimoni gay e soprattutto genitorialità gay e “ideologia di genere”. Nessuna meraviglia se il suo “ispirato” know-how infarcito di sorrisini e ammiccamenti latini vari si riverserà sia nei cattolici impegnati “che contano”, sia in quelli “della strada”. Prepariamoci al peggio: con la (falsa) dolcezza si può instaurare una dittatura. E Dio solo sa quanti LGBT non aspettano altro che un sorrisino interessato da scambiar per accoglienza per tornare a mani giunte da Mammina Chiesa… come molte donne, tanto devote quanto più riempite di cilici vari.

  5. l’omofobia può avere similitudini con il nazismo ma la contrarietà ai matrimoni gay, alle adozioni e all’ideologia di genere (che è solo ideologia) non è omofobia ma un pensiero del tutto legittimo e democratico.

  6. l’ideologia di genere è anche quella che da duecento anni a questa parte ha creato il modello eterosessista.

    Poi come ti ho già scritto in un altro commento, essere contrari al fatto che le persone LGBT possano sposarsi e avere dei figli è omofobia. Lo dice la risoluzione del Parlamento Europeo del 2012, non certo Arcigay.

    Rassegnati, sei omofobo e hai pure paura di ammetterlo. Questo per farti capire quanto è nobile la tua ideologia del genere che pretendi di imporre a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...