Putin e Francesco, pappa e ciccia

La mia solidarietà oggi va agli amici e alle amiche di Trieste, per dover sopportare l’orripilante prensenta di Putin.

Ai miei amici e alle mie amiche pro-Bergoglio, quelli/e che “lui è un papa gay-friendly”, oltre a invitarli di nuovo a rileggere davvero le dichiarazioni dell’attuale pontefice in merito all’omosessualità, faccio invece notare che durante la sua visita a Roma se lo è ricevuto con tutti gli onori del caso.

Putin. Quello che ha fatto le leggi antigay in Russia. E che di recente ha reso illegale pure l’interruzione di gravidanza. E Bergoglio. Quello che ti sussurra, con fare simpatico, che l’omosessualità è oggettivamente una schifezza. Ma poi chi è lui per giudicare? Già tutto scritto nel catechismo. Per ricordarvi sempre a chi dedicate il vostro tifo religioso, giusto per sentirvi accolti in una casa che ha bisogno del vostro sangue – e di quello delle donne – per poter sopravvivere.

Advertisements

One thought on “Putin e Francesco, pappa e ciccia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...