Affaire Cancellieri: più che garantismo, è berlusconismo

20131103-144354.jpg

Vediamo di essere molto chiari sulla vicenda Cancellieri. Perché qui non si tratta di essere giustizialisti, di volere la morte della figlia di Ligresti, di auspicare soluzioni finali che nessuno vuole. No, non si sta parlando di questo. Se un detenuto rischia di morire, in cella, ha il diritto alle necessarie cure. Questo dovrebbe valere per chiunque, dal miliardario al clochard. Poi ci si dovrebbe chiedere se è davvero così e sappiamo benissimo che non lo è. E questa è una delle tante storture di sistema, per cui un cognome è più forte di una norma e addirittura del buon senso.

La cosa veramente inaccettabile è che un ministro – e ricordiamoci che Cancellieri è quella signora che con Elsa Fornero ha bollato come “choosy” e incapace di autonomia un’intera generazione di giovani italiani/e – si attivi in prima persona per fare un trattamento di favore per interessamento personale.

Ci lamentiamo del berlusconismo come manifestazione della prevalenza di interessi particolari sullo Stato di diritto. Qui i protagonisti dell’ennesimo attacco al principio per cui la legge è uguale per tutti/e (o almeno dovrebbe) hanno nomi e cognomi ben precisi, riconoscibili agli occhi di chiunque, tutti/e immersi in un sistema di relazioni, appunto, particolari, come emerge dalle cronache. Con il silenzio (assenso?) delle massime cariche dello Stato. Poi personalmente sono favorevole all’abolizione del carcere preventivo (magari per reati non cruenti e non legati ad attività eversiva o mafiosa), ma possibilmente per tutte le persone in regime carcerario, non solo per i soliti amici degli amici.

E se pensiamo che chi ha fatto quello che ha fatto è la stessa che ha offeso milioni di giovani perché, a sentir lei, “si vuole il posto di lavoro vicino a mamma e papà”, la vicenda non diventa solo scabrosa, ma anche intollerabile.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...