Sulle unioni civili ci prenderanno per fame

famigliagay.jepAncora sulle unioni civili e al mio articolo precedente.

Leggo risposte e commenti, su Facebook, come questo: «a me hanno insegnato che piuttosto che niente è meglio piuttosto!».

Ok, ci prenderanno per fame. Piuttosto che niente, meglio qualcosa che assomiglia a un pranzo di nozze. Peccato che già solo questo modo di pensare sia indignitoso per cittadini/e a pieno titolo. Uguaglianza vuol dire essere uguali in tutto. Se si è “meno uguali” significa che si è diversi. E la cosa grave non è la politica, incapace e ladra di dignità, ma chi tra voi applaude all’elemosina che stanno pensando per dare un nome alla vostra esistenza affamata.

Annunci

2 thoughts on “Sulle unioni civili ci prenderanno per fame

  1. io personalmente sono contraria all’istituto matrimonio , ma c’è chi si diverte così….bene per loro, comunque le unioni civili dovrebbero essere regolamentate per tutti, allargare il matrimonio agli omosessuali è un ‘altra cosa…..e non ci possono essere limitazioni di sorta ………….insomma ai cittadini và data l’opportunità di decidere il tipo di convivenza che preferiscono, più leggera con le unioni civili, più elastiche e duttili o il matrimonio classico., a prescindere dal sesso delle coppie. Sulle adozioni ci sarebbe da ragionare una vita, si vedono adozioni concesse a coppie etero alle quali non affiderei neanche un animaletto, figuriamoci un ragazzo/a……..tali pratiche andrebbero trattate da persone veramente competenti sulla valutazione dei vari tipi di famiglie adottanti. Consideriamo che anche i gay possono comunque concepire ed avere figli, avendo però bisogno del supporto dell’altro sesso e qui, vedo il problema dell’affidamento esclusivo alla coppia gay bypassando l’altro genitore….. non sono tanto convinta …… secondo me il convivente dello stesso sesso dovrebbe comunque essere un “genitore” di supporto, come accade nelle coppie risposate con figli da altri matrimoni………..
    Il piuttosto che niente, meglio il piuttosto…….ma guardiamo come andò con il divorzio…. dopo anni di strenue battaglie ci si accontentò del piuttosto, oggi si ritorna a riparlare dopo tanti anni del divorzio breve, i radicali hanno riesumato la cara vecchia LID………sono intervenute modifiche varie al diritto di famiglia, ma ci sarà ancora da battagliare, purtroppo persone come l’on.le Loris Fortuna non ci sono state più………..adesso abbiamo una classe politica arrangiata e secondo me toccherà un’altro piuttosto che niente meglio piuttosto, ma la strada sarà ancora lunga, auguri!

  2. Ecco appunto. Puntare al matrimonio altrimenti saremo sempre al piuttosto. Se poi vogliono finalmente istituire una copertura alle coppie di fatto lo si faccia senza discriminazioni. Il benaltrismo lo usano per non fare niente pur di non far vedere lo squallore che lor signori contengono. Soprattutto col discorso “i bambini! Nessuno pensa ai bambini?” (cfr I Simpson)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...