Fenomenologia del grillino medio

20130303-140744.jpgSanno dire “tutti a casa, tutti a casa”.
Se chiedi loro cosa hanno intenzione di fare per il paese ti rispondono in due modi: “faremo come in Sicilia”, oppure “abbiamo già fatto tanto”.
Se gli fai notare che il parlamento non funziona come la regione in Sicilia, ti dicono che già hanno fatto tanto.
Se gli chiedi cosa hanno fatto, ti rispondono di andare a informarti.
Ma se li critichi per come sta gestendo il M5S il dopo elezioni, ti accusano di seguire i media italiani, naturalmente corrotti.
Ogni tanto un insulto. E molto spesso l’incapacità di dialogare senza attaccarti. Per non parlare della più totale insofferenza verso qualsivoglia critica al loro leader.

A ben vedere, un po’ come il militante medio del Pdl (e di certa militanza d’apparato del Pd) che loro tanto schifano…

Nel frattempo il paese è al baratro, mercati e opinione pubblica mondiale ci guardano con un misto di preoccupazione e orrore e Grillo, oltre a insultare Bersani sul suo blog e a tenere riunioni ultra segrete (ma non erano per la trasparenza?), non sa cosa fare.

Meritiamo la catastrofe, temo. Per un buon 75% di ragioni…