Rettifica su Rivoluzione Civile Sulcis e il manifesto omofobo

Mi è arrivata la richiesta da parte di uno dei responsabili sardi di Rivoluzione Civile, Lorenzo Erbi, a rettificare un mio precedente post in cui mi lamentavo del fatto che un loro presunto militante avesse pubblicato un’immagine dal sapore offensivo verso la gay community.

Avevo in verità già modificato il precedente articolo, ma siccome mi viene richiesto nuovamente, non ho problemi a farlo anche qui, dando la parola al diretto interessato:

Rivoluzione Civile è contro l’Omofobia e ci battiamo affinché questa piaga venga debellata,
Rivoluzione Civile è per i “DIRITTI CIVILI” estesi a tutti!

[…] Non è Ingroia e nemmeno Rivoluzione Civile a pubblicare tali immagini (pure mal interpretate), ma un semplice cittadino che probabilmente sosterrà e voterà Rivoluzione Civile alle prossime elezioni, ma non è un suo portavoce ufficiale, lo richiedo dopo averlo già  fatto nei commenti al suo trafiletto https://elfobruno.wordpress.com/2013/01/11/gli-omofobi-si-ad-ingroia/

È confortante sapere che il movimento che si rifà ad Ingroia disconosce il linguaggio dell’omofobia e del disprezzo del diverso. Questo mi consola, a titolo personale e come militante gay.

Aggiungo però, per dovere di precisione, quanto segue:

1. se io vedo su Facebook un profilo che usa il logo di un partito, sono autorizzato a pensare che sia un militante dello stesso e non un semplice cittadino che si appropria di simboli non suoi, ai quali si sente comunque legato ideologicamente

2. le immagini di quella foto, ribadisco, alludono a un immaginario omoerotico, tant’è che tutti e tutte hanno pensato, da subito, che l’inciucio fosse veicolato dal linguaggio del corpo e non dal riflesso dello stesso. Adesso, fossi stato l’unico ad aver protestato per la valenza offensiva di quella immagine mi porrei un paio di domande. Eppure a cadere nella trappola siamo stati in molti/e

3. gestire la comunicazione in modo corretto, senza allusioni, doppi sensi e ambiguità e segno di maturità politica, soprattutto per forze “nuove” ed emergenti

4. non ho mai detto che è stato Ingroia a costruire quel tipo di comunicazione, affibbiando la responsabilità solo al creatore dell’immagine e consigliando semmai al magistrato, per cui nutro pure stima, di stare attento alle persone che lo circondano.

Certo che il movimento di Ingroia avrà il risultato meritato, auguro agli amici e alle amiche di Rivoluzione Civile di proseguire una buona campagna elettorale nella giusta serenità che linguaggio e agone politici richiedono.

Annunci

2 thoughts on “Rettifica su Rivoluzione Civile Sulcis e il manifesto omofobo

  1. Pingback: La fiducia nei cittadini è la migliore arma « Lorenzo Erbi's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...