Essere come Arisa

Quando all’edizione di quest’anno del Festival di Sanremo venne presentata per la prima volta Arisa sul palco, non ho potuto fare a meno di notare, da subito, tre momenti in sequenza.

Il primo: la cantante che scendeva la gradinata, sul palcoscenico, con una certa circospezione, come se avesse paura di cadere. Quindi lo sguardo beffardo delle due bellone, Rodriguez e Canalis, dritte e sicure verso la telecamera. E infine, la risata a microfono forse lasciato inavvertitamente acceso di Belen. Una risata inopportuna, un po’ sguaiata. Decisamente fuori contesto.

Ho rivisto più volte quella scena e ho riscontrato una certa ilarità, proprio durante la presentazione della goffa, ma bravissima, Arisa. Qualcosa mi suggerì, già allora, che le altre due ragazze ridessero del fatto che lei non fosse nata per la passerella, che non fosse aggraziata o “splendente” come loro, che fosse inadeguata al loro concetto di esistenza.

Poi Arisa ha cantato e in questo caso è la risata ad esser stata seppellita.

Dico questo perché ogni tanto, nella nostra vita, ci si ritrova sempre di fronte a una scalinata che si ha paura di percorrere, perché ci hanno insegnato ad aver paura di cadere e di diventare ridicoli di fronte a tutto il mondo.

Perché alcuni di noi non avranno mai la dignità di una farfalla tatuata. Però, forse, magari si trovano addosso una bella voce, o delle cose da dire, o un grande senso di tenerezza e una tragica nostalgia.

Perché qualcuno riderà sempre di noi. Perché non siamo all’altezza della vanità di quel qualcuno.

Dico questo perché nella vita ci capiterà, almeno una volta, di sentirci un po’ più Arisa che Belen. E a me succede spesso, soprattutto da qualche tempo a questa parte.

E in questi momenti, non mi rimane altro che fare una cosa, e una soltanto. Cantare.

12 thoughts on “Essere come Arisa

  1. Questo tuo post mi ha ricordato un po’ la favola del brutto anatroccolo. Ci sono doti nascoste che in un primo momento non vengono colte, figuriamoci sottolineate. Magari col tempo una risata di scherno si trasformerà in una di invidia. Gorgheggia in tranquillità e a testa alta! :)

  2. Pingback: Essere come Arisa

  3. Beh, ma da quelle due cosa ci si poteva attendere?
    Ormai il mondo è diviso in due, ci sono quelli capaci che le doti le hanno nascoste e che hanno la strada quasi sempre in salita e quelli che capacità non ne hanno ma hanno le risate sguaiate.
    I cammini aspri fortificano ed anche se è vero che ci hanno insegnato ad aver paura di cadere è bene che qualche volta si cada per renderci conto che in fin dei conti, è solo un leggero scivolone e che la paura non è altro che una curva cieca a cui ci si deve abituare per andare avanti, senza chiudere gli occhi e abbassare lo sguardo.

  4. Arisa è una cantante, le altre tizie di cui sono stati citati i nomi (neanche mi ci spreco a ripeterli) sono delle “coatte”, delle protesi e litri di silicone – purtroppo – animati.

    Immaginate un’improvvisa scomparsa di tutti… di Arisa rimarrebbero le canzoni, delle altre – dopo il dissolvimento del corpo – soltanto dei pezzetti di protesi qui e là nella bara…

    Ho reso l’idea, no? ;-)

  5. Ah bè, io mi sento mooolto Arisa, le assomiglio pure ;-)
    Aggiungo che le due bellone il silenzio assoluto che si è creato in teatro e in tutte le case dopo 20 secondi di Arisa che cantava SE LO SOGNANO.
    La magia è un’altra cosa ;-)
    Kiss.

  6. #Alef: ok, l’anno prossimo tutti/e a Sanremo! :P

    #Costanza: sai che non avevo fatto caso al fatto che ponevo un problema di questione femminile? Grazie per averlo notato!

  7. Alef : hai ragione “la magia è un’altra cosa”! grande arisa!!! quelle due sono due gallinelle belle fuori…ma la bellezza esteriore non è per sempre!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...