Addio a Giorgio Bocca: fu partigiano, giornalista e scrittore. E omofobo e razzista

È morto Giorgio Bocca: è stato partigiano, giornalista e scrittore.

Parlando dei tempi moderni e soprattutto dell’età berlusconiana fece notare che la tragedia del presente stava nell’esser traghettati «senza accorgercene, senza reagire, dal mondo dei miti e delle leggende, cioè della fantasia e della poesia, a quello dei consigli per gli acquisti».

Sempre riguardo ai mali dell’Italia, dichiarò: «Questa democrazia malata la dobbiamo pure a questa sinistra alla D’Alema che collabora da 15 anni con Berlusconi. Hanno capito che, se non partecipano in qualche modo alla sua greppia, non campano più».

Adesso io non so se era davvero un “grande”, come la retorica giornalistica – a cominciare da la Repubblica, che con quel D’Alema criticato da Bocca è, a volte, ammiccante – lo vuole descrivere. Giornalisticamente lo conoscevo poco. Di certo non si può negare che avesse un grande senso della sintesi.

Peccato fosse pure omofobo, come quando disse: «Pasolini è morto perché, la rigirino pure come vogliono, era di una violenza spaventosa nei confronti di questi suoi amici puttaneschi. Poi mi dava noia questo: ho un po’ di omofobia, che poi è una cosa militare».

E razzista: «la gente del Sud è orrenda. […] Una volta, a Palermo, c’era una puzza di marcio, con gente mostruosa  che usciva dalle catapecchie. Vai a Napoli ed è un cimiciaio, ancora adesso. Una poesia il il modo di vivere di quelle parti? Per me è il terrore, è il cancro. Sono zone urbane marce, inguaribili».

Per cui, onore a Giorgio Bocca: partigiano, giornalista e scrittore. Soprattutto di fronte allo squallido panorama dei nostri cronisti attuali, popolato da maggiordomi, stenografi e marchette.

Ma il suo essere italiano esattamente come quel Berlusconi e l’italietta da lui rappresentata… beh, questo non credo ci mancherà.

Annunci

2 thoughts on “Addio a Giorgio Bocca: fu partigiano, giornalista e scrittore. E omofobo e razzista

  1. Pingback: Addio a Giorgio Bocca: fu partigiano, giornalista e scrittore.

  2. Sinceramente, come giornalista, non ritengo abbia aggiunto un granché al dibattito socio-politico-culturale. Sì, a volte diceva cose condivisibili, ma non faceva che mettere nero su bianco cose che tutti pensavano e sapevano già. In questo non lo ritengo un grande opinionista, ma semplicemente uno che era capace di dire ciò che la gente vuole sentire.
    Fu interno al fascismo fino al 1943, quando improvvisamente diventò partigiano (guardacaso l’anno in cui i suoi camerati partivano per la Russia).
    Fu firmatario nel ’40 del manifesto sulla razza italiana, fu come tu hai ricordato omofobo e razzista. Fu autore di commenti sommari e grossolani sul mondo (sì, grossolani. E’ grossolano chi cerca di descrivere e stigmatizzare le abitudini di un popolo senza averne assorbito la cultura, come fece con i meridionali. E “si sa che la gente dà buoni consigli, se non può più dare il cattivo esempio”).
    Ho scoperto di recente che diffamò Leonardo Sciascia, inventando una mai avvenuta conversazione con un improbabile Sciascia pseudomafioso, vestito da padrino e con tanto di paglietta in testa.
    Fu dipendente di Berlusconi, salvo poi diventare antiberlusconiano.

    Fu tutto e il contrario di tutto, Giorgio Bocca. In questo, sicuramente, un ottimo rappresentante dell’Italietta – e, giusto per non smentirsi, anche suo teorico detrattore.

    L’accostamento a Biagi e Montanelli lo trovo altamente fuori luogo, ma si sa, il nostro è un paese di santi e di eroi, e i morti sono tutti “bonarmuzze”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...