Grillo, il ladro dei voti altrui…

Ancora sulle elezioni in Molise.

Leggo, un po’ su Twitter, un po’ su Facebook, che la colpa della sconfitta della sinistra è del candidato grillino. Matematica vuole, in effetti, che quel 5,6% ottenuto da Antonio Federico unito al 46,15% di Di Laura Frattura, ex berlusconiano candidato da pd e alleati, potesse essere determinante.

Eppure non è così che funziona, per almeno due ragioni.

La prima: non è detto che chi ha votato Federico avrebbe votato, in mancanza di alternative, il candidato “progressista”. Esistono altre scelte, dall’astensione alla scheda bianca o nulla.

La seconda: i voti alternativi ai due schieramenti non appartengono di fatto alla sinistra e nessuno può rivendicarne la proprietà elettorale o, peggio ancora, il furto.

In democrazia, alle elezioni, si presentano diversi candidati e vince quello che risulta più credibile. La destra ha vinto perché la sinistra non è risultata credibile, per cui il 5,6% dei molisani ha deciso di non votarla. Così come non ha votato Iorio. Semplice.

Sostenere il contrario, vedere nel Movimento 5 Stelle – che io comunque non voterei – un vampiro succhiavoti, arrogarsi la proprietà di un corpo elettorale che non ci sceglie sono atti profondamente fascisti e intellettualmente beceri e volgari.

5 thoughts on “Grillo, il ladro dei voti altrui…

  1. Pingback: Grillo, il ladro dei voti altrui…

  2. è lo stesso sistema mentale che li porta a fare la somma algebrica dei “loro” voti con quelli di SEL, IdV e “terzo polo”. Nessuno si pone il problema che a quella somma andrebbero quanto meno sottratti i voti di quelli che non voterebbero una simile Chimera (proprio come animale mitologico!).
    Nessuno si chiede quanti di quelli che voterebbero la formazione di “sinistra” deciderebbero di non votar(la) se c’è l’UdC e quanti di quelli dell’UdC non voterebbero una alleanza con SEL o con IdV… fanno i conti della massaia senza saper fare le massaie a quanto pare

  3. a riprova di quanto detto, intanto, sul profilo FB del partito democratico si continua a etichettare i grillini come venduti al soldo di Berlusconi.

  4. Stavolta sono completamente d’accordo ;-)
    Del resto è il male principale della sinistra figlia dei D’Alema il narcisismo, tradotto nel non accorgersi neppure dei propri limiti attribuendo sempre ad una causa esterna il fallimento…molto più comodo del guardare in faccia ciò che si è…e nel caso del PD ciò che NON si è.

  5. Il voto molisano non fa testo … e il movimento 5 stelle non centra con la sconfitta del centro sinistra. Il centro destra molisaNo, al contrario di quanto avviene in italia, è alleato con UDC e FLI che hanno portato al vincitore un buon 8%.. Bisogna aggiungere che in molise il voto è quasi tutto clientelare.
    Secondo me il movimento 5 stelle ha intercettato una buona parte di elettorato di centro destra che stanco di michele iorio, ha dato il suo bel voto all’amico presente nelle liste del centro destra e poi ha scelto come presidente sia il candidato del centro sinistra che il candidato di 5 stelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...