Vasco Rossi fa chiudere Nonciclopedia: web in rivolta

Le cose sono andate più o meno così: Vasco Rossi ha fatto chiudere Nonciclopedia, l’enciclopedia satirica che faceva il verso alla più nota Wikipedia. La pagina a lui dedicata era stata ritenuta offensiva dal cantante che ha dato mandato al suo legale per chiedere i danni.

I curatori del sito hanno fatto sapere che avevano detto al legale che erano disposti a rimuovere le parti ritenute offensive, ma dall’avvocato di Vasco nessuna risposta in merito. Il resto della querelle lo si può leggere sulla home di Nonciclopedia.

A tutto questo va aggiunto, per quel che mi riguarda:

1. Vasco Rossi ha fatto come qualsiasi potente, tronfio e pieno di sé. Si sa che la satira è feroce, quando è buona, e non fa sconti a nessuno. Chi accetta la satira viene però di fatto umanizzato e quindi gradito alla gente. Basti pensare a D’Alema. Quando la Guzzanti lo imitava era addirittura simpatico. Adesso, invece, risulta amabile come una peritonite.

2. La chiusura del sito e il comunicato che ne consegue hanno il solo effetto di metterlo ancora più in ridicolo, descrivendolo come un uomo inadeguato al tempo presente, che poi è il tempo del web.

3. Vasco Rossi si è ostinato a costruirsi questa figura di sessantenne che vuol fare il giovane ad ogni costo, per poi dimostrare, quando avrebbe dovuto dar prova di una certa duttilità mentale, di essere l’equivalente umano di uno scheletro di dinosauro.

4. Ciò che ha veramente leso la sua immagine è stata quest’azione legale contro un sito molto amato dai giovani. Il web protesta vibrantemente, su Twitter il trend #vascomerda sta esplodendo – è il terzo al mondo, in questo momento – e c’è chi lo ha ribattezzato “mito di cartapesta”.

Credo che avrebbe fatto molto meglio a farsi una risata.

Annunci

11 thoughts on “Vasco Rossi fa chiudere Nonciclopedia: web in rivolta

  1. Pingback: Vasco Rossi fa chiudere Nonciclopedia: web in rivolta

  2. Ciao Elfo, sono Fabrizio. Concordo in tutto, soprattutto sul fatto che gioca a fare il giovanotto e poi censura il web. Aggiungo che come cantautore è immensamente sopravvalutato. Ha solo coperto il vuoto ideologico e di valori che si è creato all’inizio degli anni ottanta con testi risibili e scontati.
    Ciao

  3. un sincero grazie a vasco. si vede che la “laurea” ad honorem in scienze della comunicazione è meritata. Comunque se scrivo o dico “SECONDO ME, vasco rossi è un tossico di merda, imbecille e con una capacità di scrivere canzoni di un menomato mentale” non può denuciarmi per diffamazioni e quant’altro, visto che esprimo un opinione e non un dato di fatto? ;)

  4. #Combray: in effetti molti dei suoi testi sono contenutisticamente vuoti. Piacciono quando sei giovane, appena ti strutturi li abbandoni. Perché il vuoto lo colmi con qualcos’altro.

    #VascoMustDie: oddio, non saprei se una frase del genere sarebbe comunque accettata, ma vero è che censurare la satira è da tiranni.

  5. Da Indymedia
    http://piemonte.indymedia.org/article/13414
    http://liguria.indymedia.org/node/7764

    Vasco Rossi Vs Nonciclopedia
    Blasco querela. Nonciclopedia chiude per protesta. Fine della satira.
    Ah la mitica scuola dei cantautori. Quei moderni menestrelli/cantastorie che sono voce per chi voce non ha.
    “Care lettrici, cari lettori, cari creditori, Nonciclopedia chiude a causa di una denuncia che Vasco Rossi ha sporto contro il sito. Vasco Rossi si è sentito diffamato dalla pagina che lo riguardava. Probabilmente si terrà un processo, al termine del quale quel brufoloso ragazzino quindicenne che ha scritto la pagina dopo essere stato picchiato dai suoi compagni di classe, adesso dovrà anche pagare gli alimenti al nullatenente Vasco Rossi. Un uomo che ha vissuto l’esperienza della droga, l’esperienza del carcere, l’esperienza di stadi e folle che lo acclamavano, non poteva proprio sopportare l’idea di essere oggetto di satira su Nonciclopedia…”.
    Queste le parole di accommiato del noto sito che dal 2005 con toni dissacratori prende di mira cani e porci. Da sua Eminenza il Papa al premier Silvio Berlusconi. Eppure nessuno di questi divini sbeffeggiati s’è mai sognato di querelare Nonciclopedia.
    Vasco Rossi sì. Ha scatenato dietro Nonciclopedia la Polizia Postale. Una bella ripicca per vendicarsi delle (prensunte) offese ricevute. Non è UN GRAN BEL FILM. Protagonisti, un’ANIMA FRAGILE e ormai stanca di calcare le scene, l’avvocato di fiducia, l’addetta stampa. Un cast PRATICAMENTE PERFETTO. Forse LA NOIA della lunga convalescenza – tra cliniche e ambulatori medici – gli è stata cattiva consigliera. Non ci venga a dire che è COLPA D’ALFREDO perché se c’è una responsabilità quella semmai sarà dei suoi cattivi consiglieri. Qualcuno ha provato a dirgli che LO SHOW di cui è stato protagonista è stato piuttosto pietoso. Anche la sua manager era abbastanza DELUSA. Glie l’ha detto ieri:
    “Vasco… COME STAI? CREDI DAVVERO che sia un’idea intelligente attaccare chi dice delle cose spiritose? Ma CI CREDI? Solo perché te l’ha consigliato l’avvocato? Guarda che poi la cosa ti torna indietro come un boomerang. NON L’HAI MICA CAPITO? Sta attento GUARDA DOVE VAI…”.
    Alla notizia dell’iniziativa legale contro il sito di satira una fan del blasco ha scritto: “Caro Vasco MI PIACI PERCHE’ LE COSE CHE NON DICI son più sensate di quelle che dici”. Un altro aficionados ha replicato: “Mitico Vasco, anche se hai fatto una cappella madornale potresti essere sempre in tempo per rimediare. Non dar retta a chi ti dice che ORMAI E’ TARDI e che VA BENE VA BENE COSI’. Sai come la pensano certi avvocati, DOMANI SI’ ADESSO NO”.
    Eh si, pienamente d’accordo dove non c’è litigiosità non c’è trippa per avvocati.
    BLASCO ROSSI diffamato da Nonciclopedia? Mah, SE E’ VERO O NO non lo so. Ma poi, scusa, proprio tu ci vieni a fare la morale, tu che hai vissuto una VITA SPERICOLATA di DEVIAZIONI e di SENSAZIONI FORTI, dal VALIUM agli SBALLI RAVVICINATI DEL TERZO TIPO?. Tu che a volte t’alzi la mattina e manco sai COME TI CHIAMI? Provocare la censura d’un sito che fa satira è una cosa che non ha alcUN SENSO. Caro Vasco, ma sei un bambino capriccioso che ti devi offendere così per due battute di spirito? MA QUANTI ANNI HAI? MA COSA TI FAI? Se HAI RAGIONE TU non lo so però se vuoi avere la ragione IO TI ACCONTENTO. Boh poi, obiettivamente, non capisco proprio come si fa ad arrogarsi il diritto di dire chi sono i BUONI O CATTIVI. E na cosa che “NON SOPPORTO”. Son “SENZA PAROLE”. Comunque Va Be’ (Se Proprio Te Lo Devo Dire) sappi che però non son tutti d’accordo con te. Qui C’E’ CHI DICE NO e non SIAMO SOLO NOI che la pensiamo così.
    CHE IRONIA. Prorpio tu che cantavi LIBERI, LIBERI. Ma Liberi de che? Non hai ALIBI.
    Può essere, caro Blasco, che tu non sai più RIDERE DI TE?

  6. Vasco Rossi ormai va al minimo. Vuole una vita anestetizzata. Il mondo che vorrebbe è un mondo senza satira. Ha il cervello, non solo il fegato spappolato.Non siamo soli a ridere di te, Vasco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...