Barcelona time

Up:
Epifania
la piccola Emma (che da grande sarà una dirigente del PP spagnolo)
Valevalium
la Barceloneta
la clara, il pimiento del padron e il chorizo di stasera
la Rambla e il suo mercato
Gracia
la nostalgia dei miei amici lontani
le musiche di cui mai saprò il nome
il Poble Espanyol
la Fontana Magica
la pace del Labirinto
i giardini dell’Universitat
i cinghiali in giro per strada
lo sguardo gentile del barista, in quel pomeriggio apparentemente bugiardo.

Down:
il caldo della metro
le barriere architettoniche
le blatte giganti
l’Aquarium (io ancora aspetto i delfini)
il mio francese al convegno
il nazionalismo catalano
il mare visto di spalle
gli angoli oscuri, a cominciare da quelli interiori.