Il valzer dell’ipocrisia

Ecco il comunicato stampa di Bindi sull’aggressione a Paola Concia e alla sua compagna:

La mia solidarietà e quella di tutta l’Assemblea nazionale del Pd a Paola Concia e alla sua compagna per l’ignobile aggressione subita ieri sera. Mentre rinnoviamo la nostra ferma condanna per ogni forma di intolleranza e di violazione della dignità e della libertà delle persone ribadiamo l’impegno del Pd per una pronta approvazione della legge contro l’omofobia.

Comincia il balletto della solidarietà ipocrita.

Rosy Bindi avrebbe dovuto scrivere:

scusaci Paola, per essere, in quanto parlamentari cattolici e portavoce del pensiero di questa chiesa, i MANDANTI MORALI dell’aggressione che ti ha coinvolta assieme alla tua compagna.

Credo che posta in questo modo, sarebbe stata più credibile.

Annunci

5 thoughts on “Il valzer dell’ipocrisia

  1. Pingback: Il valzer dell’ipocrisia

  2. la Concia è vittima del suo masochismo, visto che è lei che ha sdoganato i fascisti, con un curriculum di aggressioni (e aggressioni serie, con morti e feriti, non due insulti) omofobe smisurato, di Casa Pound.

  3. “tu non stai a posto con la testa” è appunto ciò che
    la Bindi in Commissione diritti disse alla Concia ( hai
    bisogno dello psicologo ) rea di insistere sul modello
    tedesco o francese di legge sulle unioni civili, invece
    di accettare i DiCo.

    Solo in Italia o in Polonia o in Bielorussia ci si permette
    di rivolgersi a lesbiche o gay con espressioni che richiamano
    la patologizzazione dell’omosessualità e questa violenza verbale
    non percepita, trova poi corrispondenza nei fatti.

  4. #Filippo: capisco che ti abbatto un mito, uno dei pochi che avete in quel partito orrendo, ma fidati. La Bindi è omofoba e sono dichiarazioni come quelle che ha fatto e che continua a fare che la rendono la mandante morale di ogni aggressione contro le persone GLBT.

    #Giovanni: premesso che io farei chiudere ogni associazione o movimento politico che si richiama al fascismo, e lo farei anche con la forza se necessario, ti ricordo che al Pride di Napoli la Concia venne etichettata allo stesso identico modo da parte di giovani di sinistra radicale, fieramente antifascisti. Evidentemente estrema destra ed estrema sinistra sanno essere stronze allo stesso modo, quando vogliono.

    #Leonardo: non per niente il soggetto in questione è del pd, partito essenzialmente omofobo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...