Una nuova famiglia arcobaleno

Le famiglie arcobaleno sono quelle famiglie in cui i bimbi hanno due papà o due mamme dello stesso sesso. In Italia si calcola che almeno centomila bambini vivono in una situazione siffatta, anche se la stima risale al 2005 e forse andrebbe aggiornata.

Si è dimostrato che questi bambini, crescendo, sviluppano una maggiore attenzione verso le diversità e verso il rispetto degli altri.

Sono bambini che vivono circondati dal calore e dall’affetto dei loro cari e questo basta perché crescano sani, allegri, vispi, con le carte in regola per essere persone integre, complete, felici.

Contrariamente a quello che si potrebbe pensare, non vivono male nella realtà in cui sono immersi. Quando c’è amore e rispetto, d’altronde, c’è tutto.

Contrariamente a quello che accade in altri paesi d’Europa e del mondo, l’unico vero motivo di sofferenza per la condizione di figli di coppie omogenitoriali sta nel fatto che in Italia lo Stato non tutela i loro nuclei familiari. Se morisse, infatti, il loro genitore biologico verrebbero allontanati dal genitore affettivo per essere affidati a qualche istituto religioso, magari.

Nell’attesa che arrivi una legge che dia diritti e protezione a queste famiglie, auguriamo a tutte loro che la vita sia benevola e feconda di futuro e di speranze.

Altrove, intanto, una nuova famiglia arcobaleno si è formata. Elton John e suo marito hanno avuto un figlio e si dicono sopraffatti dalla gioia. Un benvenuto, quindi, a Zachary, il nuovo arrivato. E un caro augurio ai due papà.

Annunci

4 thoughts on “Una nuova famiglia arcobaleno

  1. Pingback: Una nuova famiglia arcobaleno

  2. posso correggerti? David Furnish è il marito di Elton John dal momento che si sono uniti con “civil partnership” che in UK è a tutti gli effetti la versione del matrimonio per coppie dello stesso sesso… ed è quella che sarebbe il caso si adottasse anche qui (ma per questo ci vuole un po di tempo e lavoro…)!

    fatta questa precisazione – non volermene :) – quello che da stamani mi lascia perplesso è la totale ignoranza dei media nostrani che continuano a ripetere che Elton John ha avuto un figlio, come se avessero visto il test del dna del piccolo e fossero certi che il padre biologico fosse lui (cosa che io sinceramente spero di no, per il piccolo ovviamente: ma lo hai visto il Furnish???)…

  3. Hai fatto bene a farmelo notare e, come puoi vedere, ho messo “marito”. A onor del vero per me in termini pratici non c’è distinzione tra marito e compagno (li equivalgo in termini sostanziali) ma un po’ di chiarezza soprattutto qui in Italia non guasta mai.

    Per il resto, credo che parlino del figlio di Elton John per il fatto che dei due è lui quello stra-famoso. Un po’ come quando in una coppia etero accreditano il figlio al più famoso dei due, sia esso uomo o donna (il figlio di Madonna, il figlio di Cher, il figlio di Cassano e così via).

    Alla fine viviamo in una cultura familista e consumistica allo stesso tempo. Si fa leva su chi, dentro la coppia, vende più copertine. È triste ma è così.

  4. L’ignoranza non è dei media (è normale che faccia notizia più la paternità di Elton John che quella di suo marito, sconosciuto ai più), ma di chi scrive e pensa ancora che “padre” sia solo quello che ha contribuito biologicamente al concepimento del bambino.
    Se si parla ancora di test del dna per assegnare o no la patente di genitore, vuol dire che non si è capito proprio nulla; vuol dire che non si prendono in considerazione la progettualità, l’amore e la cura di un nuovo essere umano; vuol dire non riconoscere un ruolo genitoriale “vero” neanche alle coppie etero adottanti. Vuol dire non aver mai seguito le battaglie di “Famiglie Arcobaleno” e non essersi mai interessati alla proposta di legge che l’associazione insieme all’On. Concia hanno realizzato e che giace da due anni e passa in attesa di essere discussa (e che invito a leggere qui: http://www.famigliearcobaleno.org/Documenti.asp?id=76).
    In conclusione: Elton John è diventato papà, così come lo è diventato suo marito Furnish (e chi se ne frega chi ha dato lo sperma) e per una volta i media nostrani si sono rivelati più intelligenti di tanti altri che vogliono solo parlare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...