È morto Francesco Cossiga

Dal blog di Anellino, a cui rimando per sapere il simpaticone che era il nostro ex presidente:

Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand’ero ministro dell’Interno: infiltrare il movimento con agenti pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino le città. Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto della polizia. Le forze dell’ordine dovrebbero massacrare i manifestanti senza pietà e mandarli tutti all’ospedale. Picchiare a sangue, tutti, anche i docenti che li fomentano.

Francesco Cossiga, 30 ottobre 2008

Per il resto, pace all’anima sua. O anche no.

Annunci

7 thoughts on “È morto Francesco Cossiga

  1. Pingback: È morto Francesco Cossiga

  2. “Nessuno ti ha mai detto che se vuoi un futuro migliore devi solo cambiare il presente”.

    E’ vero: ma il presente non lo cambi con le spranghe.
    Se vuoi cambiare il presente con le spranghe c’e’ il rischio che ti arrivi una manganellata sui denti.

    E’ un po’ come cambiare il governo Berlusconi:
    Vuoi un governo migliore? Allora prendi una faccia che non sia una faccia da cazzo come quella del Mortadella, gli fai imparare a memoria un programmino semplice semplice per i prossimi cinque anni e ti presenti all’elettorato chiedendogli il voto.
    Se poi l’elettorato il voto non te lo da’, tu non devi andare a Piazza Navona con le spranghe, altrimenti qualche brutto ceffo con la faccia di KoSSiga ti prende a manganellate sui denti.

    La morale della storiella e’ questa (per i cretini che non l’avessero capita):

    La politica non si fa in piazza con le spranghe (e tanto meno con gli estintori). Si fa principalmente nelle Aule del Parlamento.
    Qualche volta e’ legittimo usare la piazza, ma le spranghe si devono lasciare a casa e usarle solo per lo scopo per cui sono state forgiate: cioe’ infilarle nel culo dei/delle amanti.
    Altrimenti, se le porti in piazza, ti arriva una manganellata sui denti con la firma di KoSSiga.

    Ora sentiamo cos’hai da dire su questo commento.

  3. Premesso che tutte le volte che vado in piazza non mi porto nient’altro che il mio cellulare, una bottiglietta d’acqua e la macchina fotografica, e come me molti altri, e premesso che le spranghe le portavano gli uomini di Cossiga, penso che il tuo commento sia indice di una grande imbecillità. Sarai sicuramente berlusconiano, per non dire fascista.

  4. La cosa incredibile è che sia stato eletto presidente della repubblica
    col voto delle sinistre, il chè ci dice tanto su cosa veramente sia stato
    in Italia il peso della “guerra fredda”. Fu l’uomo Atlantico per eccellenza
    e l’anima nera del compromesso storico.

  5. Non mi è mai piaciuto Cossiga, ma leggendo i giornali in questi giorni ho scoperto che era ciclotimico o meglio un bipolare.Cioè una persona condannata ad oscillare eternamente tra una feroce depressione ed una incontenibile euforia.Tutto questo malgrado le tonnellate di farmaci da assumere e che nulla possono se non a contenere o a ritardare le fasi della malattia.Ciò non cambia il mio giudizio sulle scelte politiche compiute da Mister K in molti casi oggettivamente esecrabili però il dato della ciclotimia diventa forse la chiave di lettura più importante per capire un personaggio così controverso.Il problema semmai è un altro e cioè se sia giusto affidare compiti istituzionali di grande responsabilità a persone che soffrono di malalttie così gravi.E questo a tutela sia della salute della persona stessa che della collettività che è chiamata a rappresentare o governare.

  6. E non ha rinunciato ostinatamente a dire la sua anche dopo morto con quelle lettere, di sicuro deliranti ai cosiddetti amici. Forse voleva ribadire che l’uso della spranga è un valdio strumento democratico. Che tragedia la sua vita spesa ad affondare un paese occidentale con politiche e metodi medio-orientali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...