A proposito di Spagna: gay e laici salvano la famiglia

Nel 2009 sono stati celebrati 94993 matrimoni civili, 80174 cattolici e 785 di altre confessioni religiose. Per la prima volta dagli anni settanta i matrimoni civili superano quelli religiosi.

Sul sito dell’UAAR, da cui ho ripreso la notizia e che rimanda alla fonte ufficiale spagnola, si apprende anche che «aumenta anche la quota dei matrimoni tra persone dello stesso sesso, legali dal 2005: salgono a 3421 (2212 tra uomini e 1200 tra donne), ovvero 218 in più rispetto al 2008.»

Altro dato, in senso assoluto il matrimonio è un istituto in calo. Nel 2009 si registra un -10% e oltre rispetto all’anno precedente.

Permettete un’analisi di lettura del dato numerico?

C’è ancora voglia di famiglia, in Spagna. A mandare avanti questo istituto, sicuramente logoro e da reinventare, sono proprio i laici e i gay, che si sposano di più. I cattolici, evidentemente, sono bravi a predicare. La pratica, si sa, è cosa ben diversa.