Potremmo ricominciare dai fiori di Bach…

In poco meno di ventiquattrore.

Vengo definito un leghista mancato e la cosa riceve plausi anche dagli amici. Il tutto perché, ho capito, mentre vengo elogiato se punto il dito sui mali del sud, non posso fare altrettanto contro quelli di un nord che non mi piace perché lo vedo come grigio, brutto, egoista, disumano e freddo (premettendo che so che al nord ci sono persone per bene che rispetto).

Una persona alla quale voglio bene permette all’amichetto-bimbominchia-da-discoteca di sentenziare sul rapporto che ci ha legati. Gli faccio notare l’assoluta mancanza di sensibilità nei miei confronti. Mi si risponde che così si vuol essere. Egoisti, superficiali, insensibili.

Un’altra persona, con cui ho militato per anni, vomita ancora la sua bile contro di me e ancora una volta in un contesto in cui sono assente, nel quale non posso difendermi, nel quale si allude a rapporti con realtà danarose che avrebbero comprato il mio silenzio su questioni di fondamentale importanza (voi ce la vedete una banca che mi dà denaro perché io, che rappresento solo questo blog, non voglio che finanzi un pride…).

Che dire.

Esiste tutta una serie di rimedi che parte dai fiori di Bach fino a comprendere i più moderni ritrovati tra gli psicofarmaci. Forse ci faccio un post, magari qualcuno ritrova un po’ di pace interiore.

About these ads

14 pensieri su “Potremmo ricominciare dai fiori di Bach…

  1. Beh ma vedo che hai risolto in un attimo: mi hai tolto dai contatti Facebook e dalla blogroll, tutto questo per averti criticato credo per la prima volta in sei anni di blog, e dopo averti difeso non so quante centinaia di volte (l’ultima, 4 giorni fa su lemalvestite) su enne argomenti.

    Proprio una bella reazione, Dario Accolla, complimenti.

    Saluti.

  2. Invece dare ragione al primo cretino venuto che mi apostrofa come leghista senza aver manco letto il post, sai che prova di vicinanza umana.

  3. Offeso? Se ti ho offeso ti chiedo scusa. Ma faccio notare che la frase del tizio era: “Questo post dimostra che se fossi nato al Nord, saresti stato leghista”. Quindi una frase ipotetica, che è differente da una frase affermativa. E il tuo post ha offeso alcuni milioni di persone, perché quando dici che “il Nord è brutto”, come semplifichi, forse non ti rendi conto che nel post invece spandevi omofobia a tutti coloro che vivono al Nord, che è concetto diverso.

    La polemica era tutta su quella concezione tua lì, non sul diritto di dire che una parte geografica d’Italia sia bella o brutta, che piaccia o non piaccia. La polemica era sul fatto che tu alimenti la contrapposizione fra persone del Nord e persone del Sud, su una base meramente geografica, come fanno appunto i leghisti.

    Ma naturalmente tutte queste cose le sai meglio di me, Dario.

    Poi non so, per come vivo io le amicizie, l’idea che una polemica da blog possa incidere su rapporti d’amicizia che retrodatano da anni a me fa solo ridere. Cioè io non mi permetterei mai di toglierti la parola, il saluto, il contatto FB, NEMMENO nel caso che tu m’offendessi. Ma siamo tutti diversi, e questo è il bello dell’umanità.

  4. Questa critica non l’accetto, perché nel post precedente ho escluso le persone per bene che vivono al nord dentro un inciso che sta lì davanti agli occhi di tutti. Poi, ripeto, queste generalizzazioni le fanno tutti, anche tu, quando contrapponi il Canada all’Italia. Non mi sarei mai permesso di dire che scrivi cazzate e non avrei dato ragione a uno che, periodo ipotetico o meno, di fatto ti dà del razzista. Uno che magari usa terrone per definire la gente del sud.

  5. Dai su, fatevi una telefonata, datevi un abbraccio virtuale e fate pace! :) Non vi conosco personalmente ma tra i 5 blog che ho tra i preferiti ci siete entrambi e mi dispiace proprio sapervi arrabbiati! E dai su… :)

  6. In qualità di “primo cretino venuto” (come fosse la prima volta che lascio un commento: non sarò un lettore assiduo, ma qualche volta son già passato) sento il dovere di rispondere.

    Prima di tutto il tuo post l’ho letto, in quel momento non avevo tempo per lasciare un commento articolato punto per punto e mi sono limitato a una frase apodittica che, mi rendo conto, può sconcertare, eppure Anellidifumo ha colto perfettamente quello che volevo dire.

    Tu hai ridotto tutta la complessità del contrasto tra nord e sud Italia a una questione di campanile davvero infantile, per non dire ridicola.

    Prima di tutto hai preso due semplici episodi isolandoli completamente dal loro contesto e dando loro un valore assoluto: errore di logica. Senza contare che, al nord, non si trattava di Bergamo, ma di un paesino della Bergamasca di nome Romano di Lombardia: lo sanno tutti che è soprattutto nella provincia che si annidano le sacche più cospicue di ignoranza e intolleranza, al nord come al sud, perciò si ha gioco facile a accostare qualche genitore di un paesino di provincia con i più evoluti art director di una grande città.

    E poi hai riassunto il contrasto nord-sud ponendo le due realtà in questi termini: il sud è bello nonostante la mafia e tutti gli altri problemi, il nord fa schifo nonostante qualche persona decente che ne abita i territori. Oh, grazie tante.

    Guarda che anche a non essere leghista è facilissimo controbattere con la stessa tecnica (ovvero, esaltazione del campanile e denigrazione di una terra estranea che non si conosce). Potrei dire che tutti, TUTTI i segnalatori socio-economici dicono che la qualità della vita al nord è migliore che al sud, che qui ospedali, scuole, trasporti ecc. funzionano (e ci sono), qui si ricicla più della metà della spazzatura contro le infinitesime percentuali del sud, qui si produce la grande maggioranza del pil, qui ci sono le case editrici e quindi la cultura, qui – per quanto l’Italia nel suo complesso sia molto indietro rispetto al resto d’Europa – la situazione glbt è sicuramente molto migliore che al sud: più visibilità, più locali, più associazioni ecc. Per non parlare di quelle stupide considerazioni sulla situazione climatico/urbanistica (come fosse un merito avere un bel clima, poi): qui avremo pure inverni più freddi ma (a parte il fatto che il quadro dei piatti campi padani rigati dai fossi e dai filari di pioppi è di una poesia che una persona dedita a arte e letteratura dovrebbe poter cogliere) abbiamo anche un paesaggio molto più diversificato di quanto dai a vedere, perché ci sono anche le montagne, le colline, i laghi con le loro isole, oltre la costa ligure e quella delle Venezie; e mi sembra superfluo far notare la bellezza di ogni città, comprese anche piccole realtà come, che so, Mantova o Vicenza, che hanno tesori artistici da fare invidia alle metropoli. E non parliamo della cucina, evidentemente non conosci le squisitezze del nord.

    Vedi, è facilissimo essere leghista. Ma chi ha un minimo di zucca capisce che il sud, nonostante le mafie, nonostante il lavoro nero a livelli record, nonostante il clientelismo, nonostante un grado di menefreghismo civico elevatissimo, nonstante la malasanità dilagante ecc. è comunque un posto da amare, perché capisce le ragioni storiche di questa differenza di tessuto sociale e sa apprezzare l’aspetto umano delle persone nel sud nella loro singolarità, senza fare di ogni erba un fascio.

    Questa comprensione, per il nord – che ovviamente oltre ai pregi ha anche dei difetti – tu non l’hai mostrata. Perciò ho detto che se fossi nato al nord tu saresti leghista.

  7. Ho vissuto un anno a Bologna. Ho visitato più volte Torino e Milano. Ho visto Venezia e le valli al confine con l’Austria, sempre in Veneto. Sono stato in giro per la provincia emiliana e ho pure visitato la Valle d’ Aosta.

    Tutti questi posti, tutta questa “complessità” non mi è piaciuta. Ho sempre avuto una percezione di un nord freddo e distante sotto l’aspetto dell’ambiente, inteso come territorio antropico.

    Per il resto, io penso che il sud abbia un’umanità più bella, anche in quelli che sono i suoi difetti che, sfido chiunque a dimostrare il contrario, ho sempre ferocemente criticato.

    La riduzione è voluta, come lo è ogni volta che facciamo considerazioni analoghe sul paese di merda nel quale ci troviamo. Campanilistica non è la mia considerazione, rispettosa della gente per bene che c’è a Milano come a Caltanissetta, ma la reazione. E credo che un leghista non sia in grado di fare queste distinzioni, impegnato com’è a scindere il mondo in padani e tutto ciò che dovrebbe essere mandato al rogo.

    Perché, Endimione, contrariamente ai politici della Lega, io non penso che siccome vivete lì, buoni e cattivi, dovreste essere trattati come il partito di Bossi tratta donne, gay, transessuali, lavoratori, immigrati e altre categorie umane. È questo che tu non riesci a vedere quando generalizzi la mia complessità. Errore, evidentemente, che facciamo tutti. Ma che si perdona, forse, solo a se stessi.

  8. Tutto nasce dal fatto che quando si parla di questione meridionale, si sottintendono mali profondi da curare, mentre se si parla di questione settentrionale, si sottintendono voti persi ( alla sinistra ) da recuperare.
    Secondo me è lecito affermare provocatoriamente che
    il Nord è brutto in una situazione dove il senso comune
    è questo.

    A mio avviso è lecito poi chiedersi, visto che in ogni caso la
    locomotiva d’Italia è ferma da anni e quindi la maggior ricchezza del nord non distribuisce ricchezza ( anzi chiede sicurezza reclama egoismo fiscale ) al paese, se questo Nord sia poi così bello e migliore della Lega che lo rappresenta. Almeno negli anni ’80 il Craxismo intercettava e rappresentava una sensazione di modernizzazione e dinamismo sociale, con tutti i suoi limiti.

    Onestamente io l’omofobia non l’ho vista…altrimenti avrei
    sicuramente “bacchettato” Elfobruno. Lo dico da lettore di
    entrambi i vostri blog. Comunque internet, si sa, “accende”
    l’anima junghiana: dai fate pace!

  9. Evidentemente ho sbagliato ad interpretare il tono del tuo post. Mi pare chiaro a questo punto che non si tratta di fare il verso al leghismo ma di giudizi basati su stereotipi.
    Se c’è una cosa che si impara stando a contatto con i razzisti è che non sono come te li immagini tu visto quello che hai scritto.
    Non è che ti vengono a dire “la razza padana è superiore”, parlano esattamente come hai fatto tu. Cose del tipo “Eh ci saranno sicuramente brave persone, ma napoli è meglio se ci fosse, ormai è perduta” oppure sugli immigrati “ci sono sicuramente le brave persone (tipo il vicino di casa), però in massa portano a criminalità e disoccupazione e non siamo in grado di gestirla, e comunque a me fanno paura se li incontro di notte”.

    Tu attacchi un’istituzione importantissima come la scuola al nord solo perché hai letto di qualche polemica sui giornali.
    Mi vieni a dire che ci sono gli studenti razzisti e i prof del sud. Cosa dovrei dirti che dimentichi di dire che ci sono scuole con i figli dei camorristi? Dobbiamo stare qui a tirarci merda l’un l’altro per la gioia della lega?

    No, mi dispiace, ho già visto dove portano queste idee e questi comportamenti, ho già visto cosa succede a dire che “solo perché non sono politicamente corretto…”, è una vita che sento dire le idee più bestiale per poi concludere per me è così per te è così fine della discussione.
    Mi spiace che tu sia così prevenuto verso gli studenti del nord, spero che tu non venga mai a insegnare dalle mie parti perché gli studenti non si meritano un professore che li ritiene razzisti a priori (poi naturalmente ne troverai qualcuno che proverà la sua innocenza).

  10. Vegetarian, che dirti. Se pensi che io sia razzista, sentiti libero di crederlo. Adesso vogliamo dire che non c’è un problema generale di egoismo sociale in un nord, a cominciare dal Veneto, che vota Lega in modo massiccio? Diciamolo. La realtà è però un’altra. E cioè che il sud, per fame, è ridotto a votare clientele. Il nord, per soldi, manda Bossi al parlamento. Questo sarà uno stereotipo? A me sembra corrispondere al vero. E mi sembra corrispondere al vero il fatto che ancora oggi gli insegnanti meridionali vengono visti con sospetto da colleghi e studenti del nord e non certo perché l’ho letto sul giornale, ma perché ho diversi amici che insegnano nella provincia veneta, in quella lombarda e in quella piemontese e mi raccontano di cose che non accadono altrove.

    Ripeto: a me il sud piace di più, lo vedo più a misura d’uomo. Il nord no. Questo non mi induce a dire, come pensano in non pochi dalle mie parti, di far venire la gente del nord col passaporto per fare il bagno in Sicilia e far pagare i settentrionali di più per le vacanze. Questo non mi induce a prevedere diverse tipologie di diritto per i nati a Bergamo, a Perugia e a Enna.

    Quando diamo del razzista, facciamo attenzione di cosa stiamo parlando. Per favore.

  11. Certo che qui l’atmosfera s’è scaldata parecchio, al punto che da semplice avventore mi sembra quasi fuoriluogo commentare .Ad ogni modo penso che il dibattito abbia preso una piega impropria.
    Dal mio relativo punto di vista ,posso dire di scorgere nel tanto vituperato post del Sig.Bruno soprattutto l’espressione di quel legame viscerale che lo lega alla sua terra natìa.Legame che è fatto di colori ,sapori,luce oltrechè dalle persone care.
    Per quanto mi riguarda, sono stato sù in “padania” lo scorso autunno per un brevissimo soggiorno.Sono rimasto sconcertato dal puzzo di letame che ammorbava l’aria ovunque, tutto poi era vagamente sospeso in una luce irreale ,uniforme per la nebbia, dall’alba fino ad un tramonto senza colori.Ho conosciuto gente simpaticissima, ma non vedevo l’ora alla fine di tornare nella mia Sicilia.Dove le cose sono sempre illuminate di una luce netta e dove pur a novembre mi aspettava ancora l’estate.Infine se mi è consentito, è ovviamente sbagliato generalizzare, anche se, immersi in una realtà che ci nega la benchè minima certezza,a volte per l’esigenza del vivere ci troviamo costretti a dare una forma alle cose.

    Saluti ,Giuliano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...