Non date la comunione ai gay

Sarà che oggi mi sono svegliato un attimo col piede storto.
Sarà che devo ancora prendere il caffè.
Sarà che sono il solito senzadio.

Ma.

Apro Facebook, trovo la notizia che il vescovo di Grosseto se ne esce con dichiarazioni tipo «a uno come Vendola non amministrerei mai la comunione. L’omosessualità è un peccato gravissimo» e penso: ma chi la vuole.

Annunci

14 thoughts on “Non date la comunione ai gay

  1. Il vescovo di grosseto sbaglia, perchè la omosessualità non è condannata dalla chiesa, che accetta a braccia aperte tutte le sue pecorelle smarrite :-). La chiesa condanna solo l’atto omosessuale, che è diverso.

    Poi ognuno si prende la responsabilità delle proprie scelte, anche il vescovo.

    Infine, l’unica vera risposta al tuo post (spero che non la considereresti offensiva, perchè relativa alla notizia, non al post o a te) sarebbe pubblicare, senza ulteriore commento, un foto del Grande Capo Indiano Cherokee (o cirochi?) Estiqaatsi, opinionista di chiara fama del programma 610 :-)

  2. Ha ragione il vescovo, l’omosessualità è un peccato gravissimo, la pedofilia di molti preti, difesi a spada tratta dai vertici ecclesiastici (anche in Italia), invece è un peccatuccio veniale da ragazzini. Questa chiesa continua a propagandare la terra centro dell’universo e si stupisce che le chiese siano sempre più vuote.

  3. #Esopo: almeno scrivile in greco, certe cazzate, oppure cambia nome da troll.

    #Nino: la chiesa può considerare l’omosessualità come meglio crede. È un problema di coscienza di un’organizzazione che semina odio e predica discriminazione. Per tali ragioni, la chiesa per me non rappresenta un’autorità morale a cui dare credito.

    #Marino: dovresti far notare a chi ti legge che l’omosessualità è un peccato per chi crede alle bigotte disposizioni di santa romana chiesa, mentre la pedofilia è un reato per le persone civili e oneste. Che poi la chiesa non sappia distinguere e che prediliga la seconda alla prima è cosa risaputa perché evidente.

  4. Per favore non mi toccate i preti.Senza di loro non ci sarebbe peccato.L’amore è bello solo se è peccaminoso.Per questo vincono i chierici.sono il bello del peccato.Pensa le recondite grazie che si nascondono sotto quelle lunghe vesti nere.Pensa elfo:tu,io e il prete avvingiati in sacrestia.

  5. Ciao Elfo,
    Leggendo i tuoi articoli ho notato che giustamente stai attento alla difesa dei diritti. Vorrei sapere cosa pensi del fatto che la nuova proprietà di Kilombo ha sospeso Dario Ballini,che è un omosessuale come te, da Kilombo per questo post:
    http://www.dariosblog.com/2010/01/kilombo-la-sinistra-puo-attendere.html

    Se vuoi leggiti la mail che ha ricevuto:
    http://www.dariosblog.com/2010/01/la-sinistra-puo-attendere-la-censura-no.html

    Spero che tu voglia esprimergli solidarietà. Anche se capirò se non lo farai. Del resto è più facile fare un post su un arcivescovo emerito (vuol dire in pensione) che per difendere un compagno.

    Bacio le mani
    Rick

  6. Diciamo che occuparsi dei diritti di milioni di persone, gay e non, è un attimo più importante che occuparsi delle guerre degli sfaccendati da tastiera. Ovviamente non parlo di Ballini ma di chi, come te, viene qui almeno una volta al mese a ricordarmi che posto i miei articoli (anche) su Kilombo.

    In questa guerra tra sfigati, che vede da una parte i soliti noti e dall’altra i soliti ignoti, io non c’entro niente. Kilombo è solo una vetrina, la sua importanza sul panorama politico è uguale a zero.

    Vedere che c’è gente che ci perde ancora tempo dietro è davvero triste. Significa non avere una vita. E con questo ho concluso, si spera, per sempre sull’affaire Kilombo. Almeno per quel che mi riguarda.

    E.B.

    P.S.: le mani io non le bacio, certe attività le lascio ai mafiosi.

  7. Tengo a precisare che non ho mai chiesto la tua solidarietà. Francamente non ne ho nemmeno bisogno.
    Una precisione però voglio farla.

    “In questa guerra tra sfigati, che vede da una parte i soliti noti e dall’altra i soliti ignoti, io non c’entro niente. Kilombo è solo una vetrina, la sua importanza sul panorama politico è uguale a zero.

    Vedere che c’è gente che ci perde ancora tempo dietro è davvero triste. Significa non avere una vita.”

    Vedi caro Elfo, in tutto questo c’è chi una vita ce l’ha eccome e mal tollera le interferenze
    La nuova proprietà di Kilombo riserva un trattamento molto speciale a chi non si allinea. Professori vengono additati come stupratori, operai ricevono telefonate sul posto di lavoro con pressioni per ottenerne il licenziamento, personaggi politici vedono i loro recapiti telefonici e i dati relativi alla residenza sbandierati su pagine e pagine di facebook con inviti a subissarli di telefonate.

    Questa non è una guerra da sfigati, o per lo meno lo è fino a che rimane nel recinto di Kilombo.
    Quando invece dal Metablog delle Sinistre partono intimidazioni e ingerenze nella vita privata è un altro paio di manica.
    Ma gli energumeni da tastiera riescono ad indignarsi in astratto e mai “in particolare”, hai ragione.

  8. Premetto che quando ho parlato di guerra tra sfigati non mi riferivo a te, ma a chi viene qui a fare il troll senza nemmeno esporsi – salvo poi esporre persone come te e come altri, e questo ti fa capire quanta onestà intellettuale c’è in questa gente – e aggiungo che penso che le cose che tu dici sono estremamente gravi. Ma per queste cose c’è un rimedio: andare da un avvocato e denunciare chi si rende partecipe di certi eccessi. Ripeto, dare troppa importanza a Kilombo significa permettere ai suoi orridi e inutili padroni di sentirsi importanti.

  9. Perché i miei post sono messi al servizio di tutti, a prescindere da chi è il padrone-gestore, e non sono un regalo a questo o a quel singolo individuo.

    Se poi quello che scrivo o penso non dovesse piacere, sono liberi di bannarmi, come son soliti fare. Allora migrerò verso altri lidi telematici. Usare più strumenti per la divulgazione delle proprie idee è un buon viatico per diffondere le stesse.

    Boicottare un sito per scazzi di terzi, mi sembra sterile guerriglia tra sfigati di cui sopra. Il problema semmai è che dentro l’aggregatore per troppo tempo ci sono state persone discutibili sotto il profilo dei rapporti interpersonali. Io mi tiro fuori da questa guerra, utilizzando l’aggregatore solo come vetrina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...