Specchietti per le allodole

Ivan Scalfarotto è stato nominato vicesegretario del piddì. A condividere tale carica con lui Marina Sereni: quella che disse che i DiCo non erano una priorità per il paese. Alla presidenza, invece, Rosy Bindi, sciatta, omofoba e cripto-lesbica.

In tutto questo fiorire di nomine, Bersani ha fatto sapere che sui temi etici vigerà libertà di coscienza nel suo partito. La Binetti è più che soddisfatta e l’Opus Dei ringrazia.

Complimenti comunque a Scalfarotto per la sua nomina. Uno specchietto per le allodole in più, dentro al partito, serve sempre.

17 thoughts on “Specchietti per le allodole

  1. io ho sentito che vicesgretario sia enrico letta. beh, bersani ha dovuto dare poltrone ai vecchi candidati contro veltroni che lo hanno appoggiato.

    l’unico che avrebbe garantito vera laicità nel pd era marino, mi auguro almeno che con l era bersani si abbia una cacchio di legge sulle coppie di fatto, che siano pure i dico proposti dalla stessa bindi.

    la bindi sarà pure quel che dici te, e io da laico convinto vorrei ben altre politiche, ma insomma, ricordiamoci che è anche una persona per bene, se no sembra un mostro.
    purtroppo è cattolica, questo è il problema. se fosse cristiana sarebbe diverso…

  2. Caro Rigitans, per favore, basta con i DiCo. Forse vanno bene per voi eterosessuali che potete scegliere il matrimonio, con tutti i diritti e doveri annessi. Ma io che esigo una parità di trattamento che abbia come faro la dignità della persona di DiCo non voglio sentirne parlare. L’apartheid non mi piace, nemmeno se a farlo è la cosiddetta sinistra.

    Riguardo la Bindi, sarà pure “onesta”, nel senso che non delinque ma questa non è una cosa eccezionale. Io pretendo onestà da chi va in parlamento. Per cui è il suo minimo sindacale.

    Al di là di questo, una persona che dice che due gay la genitorialità se la sognano – dimostrando per altro profonda ignoranza in merito – e che un bimbo meglio in Africa che a una coppia gay, per me è un mostro.

  3. Pingback: Qualcosa si muove a sinistra « … e il perseguimento della Felicità

  4. Pingback: Nel Pd spazio ai gay ma non ai loro diritti | GayItalia Blog Porno Gay Italiano

  5. Dall’articolo che linki: “Sui temi etici di frontiera il Pd non deve avere meccanismi che limitino la libertà di coscienza, mentre dei meccanismi che arginino il dissenso interno devono riguardare le scelte concrete come le questioni relative al tracciato di una strada o a un termovalorizzatore”.

    No comment.

  6. molto meglio avere solo le Binetti, vero? Ma non è che ti piace il masochismo? Mica niente, sembra che tu voglia che la politica italiana sia sempre più di destra per poterti lamentare meglio…

  7. #Rais: essere lesbica non è un’offesa, se poi lei se ne vergogna non è un mio problema. Di sciatta è sciatta. Riguardo all’omofobia, non l’ho detto io che due gay l’omogenitorialità se la scordano – dimostrando di essere pure ignorante in tema, visto che migliaia di gay e lesbiche hanno figli naturali – e che un bambino meglio che stia in Africa (magari a morire di fame) piuttosto che esser affidato a una coppia di papà o di mamme…

    #Oscaruzzo: vogliamo fare un’analisi semantica delle parole di Bersani? Lui parla di temi di frontiera. Frontiera vuol dire confine. I confini sono i margini di un territorio. Per Bersani noi siamo marginali…

    #Alessandro: non so chi tu sia, ma evidentemente se scrivi le cose che scrivi, e soprattutto se le pensi, devi avere seri problemi di relazione con l’intelligenza. Ti riporto un commento lasciatomi su Facebook da un avvocato di Rete Lenford che sul tema dice «A dire il vero, Dario, e con tutto il rispetto per Ivan, si tratta di un vero e proprio specchietto per le allodole se si considera la natura degli incarichi. SCALFAROTTO NON E’ VICESEGRETARIO bens… Visualizza altroì vicepresidente (con la Sereni) dell’Assemblea. Sarà -quindi e insieme alla Sereni- il vice della Bindi nel dirigere le discussioni nel parlamentino del PD ( organo pletorico che si riunirà prevedibilmente non più di 3-4 volte all’anno). Insomma è un incarico politicamente di nessunissimo peso. Un vero specchietto per le allodole.» E da adesso, per favore, evita di venire a depositare il tuo letame argomentativo qui su queste pagine, grazie.

  8. E ci risiamo con la politica del “pijo de qua e pijo de là” per far contenti tutti e alla fine non si fa contento nessuno. Complimenti vivissimi Bersani, lei vuole portare al definitivo naufragio il progetto PD! Che dire, io sadicamente attendo quel giorno, che in fondo a giudicare dai fatti attuali non è così lontano.

    Che poi considerare “temi etici di frontieri” l’estensione dei diritti agli omosessuali io la ritengo una cosa offensiva, tra parentesi. Così come questa definizione mi pare ridicola per tutte le altre questioni spinose che ben sappiamo.

  9. Caro elfo, sono d’accordo sulle tue opinioni, ma anche a me è parso che tu avessi usato “criptolesbica” come insulto: infatti lo associ a “omofoba” e “sciatta”, che non sono certo qualità di cui andar fieri (soprattutto il primo, per la verità).
    A parte il fatto che sia cripto o non cripto, i suoi gusti sessuali non c’entrano nulla, ne converrai con me. Al massimo, le si può consigliare una buona psicoterapia.
    Non essendo elettore del PD, non mi ero interessato delle primarie né di queste questioni tutte interne. Tuttavia, avevo letto casualmente la parte del programma di Bersani che riguarda la laicità e non era malissimo. Rimane lo iato tra ciò che scrivono, o dicono, o perfino pensano, e la politica pratica.
    Lo iato che fa sì che voti un partito che promette certe cose e poi, quando è al governo, tanti saluti.
    Quando parlo con elettori del PD mi accorgo che per loro questo è normale: si dividono, casomai, in “rassegnati” e “convinti che la politica si fa così”.
    E allora, se le idee non valgono più nulla, tanto vale che il PD si dia dei vertici onesti. Tanto la linea politica è già decisa: Marino o Bersani pari saran!

  10. Non vorrei essere equivocato: quella psicoterapia che consigliavo alla Bindi servirebbe per superare, se c’è, quell’eventuale “cripto”.
    Ciao, cometa

  11. Ciao Cometa, converrai con me che se sei omofobo e pure gay non è proprio il massimo… un po’ come essere ebreo e filonazista. Non ti farebbe specie? Purtroppo in Italia ci sono molte persone omosessuali che sono i primi nemici degli omosessuali stessi: la Bindi è una di queste. Qui non si tratta di condannarla perché è lesbica, ma perché pur essendolo si nasconde dietro l’omofobia. Per queste ragioni dico e scrivo le cose che puoi leggere su queste pagine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...