Oggi su Gay’s Anatomy: “I cani, i gay, la sobrietà e il calcio”

Domenica sera, dopo la partita potevi vedere orde di persone andare in macchina, guidando a velocità folli a mettere a repentaglio la vita propria e degli altri, producendo inquinamento acustico e tutto questo per gioire delle gesta di ventidue miliardari che si azzuffano per un corpo sferico.

Poi magari, gli stessi, vedono il corteo di un qualsiasi pride e agitano i concetti di sobrietà e di ostentazione…

Al discorso della sobrietà, da cui esonerare sempre e comunque la massa dei tifosi ma da esigere, sempre e comunque, di fronte anche al più piccolo eccesso di ogni persona LGBT, va aggiunto, nel contesto specifico del campionato di calcio europeo, l’aggravante della strage dei cani che sta insanguinando le strade di Kiev e Leopoli e le coscienze di chi, tra pacate urla e imprecazioni di buon gusto contro l’avversario, tifa Italia (o qualsiasi altra nazione) facendo spallucce, come se nulla fosse.

Oggi si parla di questo su Gay’s Anatomy.

About these ads

2 pensieri su “Oggi su Gay’s Anatomy: “I cani, i gay, la sobrietà e il calcio”

  1. Pingback: Oggi su Gay’s Anatomy: “I cani, i gay, la sobrietà e il calcio”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...