Le cose che amo

Mi piace la luce viola della sera, con la sua promessa molteplice di vita dei bar, di carezze domestiche, di chiacchiere davanti la televisione, di profumo di cibo fatto in casa.
Mi piace il tepore del sonno, quando ogni cosa sfuma e si fa più morbida, a cominciare dai contorni dei pensieri.
Mi piace pensare che non sempre ho ragione, soprattutto quando ne sono assolutamente certo, perché ciò mi rende umano.
Mi piace ricevere una telefonata improvvisa, un sms inaspettato, un invito per una birra sotto casa.
Le vie del centro, immerse nella stagione in cui le foglie hanno lo stesso colore dell’aurora e del vespero.
Mi piace indugiare sul pensiero di un bacio che forse non arriverà mai, o forse sì e ad ogni modo non importa il come e il quando.
Mi piace il rumore della pioggia che ha da venire, perché in esso è rinchiuso il futuro.
E il caffè delle domeniche di festa, quando sento i passi discreti di mia madre che falliscono nell’impresa di tenermi a letto, ma non in quella di riempirmi di una momentanea, riappacificante gioia.

E tutto il resto, che per ragioni di spazio…

Perché la sinistra ha perso in Molise

Giuliano Pisapia è un uomo di sinistra, candidato in Democrazia Proletaria e in Rifondazione prima e poi approdato nel partito di Vendola, Sinistra Ecologia e Libertà. È riuscito a sconfiggere il partito di Berlusconi nel suo feudo più potente, la città di Milano, di cui è attualmente sindaco.

Antonio de Magistris è stato un magistrato, ha condotto diverse inchieste contro i potenti di turno, alle europee del 2009 è risultato il secondo politico più votato in Italia dopo Berlusconi. Ha ottenuto l’incredibile risultato di aver conquistato Napoli, data per persa dopo la disastrosa esperienza del centro-sinistra della Jervolino.

Massimo Zedda è un uomo del popolo. Impegnato in politica sin da giovanissimo è stato eletto recentemente sindaco di Cagliari, il primo di centro-sinistra dalla fine della guerra. Appena insediatosi, ha rinunciato al doppio stipendio e ai privilegi della casta politica.

Alle recenti regionali in Molise il centro-sinistra ha deciso di candidare un ex berlusconiano, tale Paolo di Laura Frattura. Le elezioni sono state vinte dal candidato di destra, Michele Iorio.

Direi che la morale della favola è fin troppo chiara. Quasi tautologica.