Immagini dal meeting di Comunione e Liberazione

 

Sponsor, banche e pure un piccolo casinò.

Il video blogger Saverio Tommasi ha pubblicato la sua inchiesta sui rapporti tra Comunione e Liberazione e il potere economico.

Pare che il video verrà cancellato tra poche ore. Nella speranza che si tratti di una notizia falsa, vi invito alla visione del documentario.

About these ads

17 thoughts on “Immagini dal meeting di Comunione e Liberazione

  1. se usi firefox c’è una estensione… ad ogni modo lo sto scaricando io :) se vuoi poi te lo passo…

  2. ragazzi, quella sul ritalin è una fregnaccia. Il ritalin è molto utile per i bambini con ADHD, gli cambia la vita. Che lo diagnostichino a cazzo o lo prescrivano troppo è una cosa diversa. non demoniziamo le cose, è un’operazione oscurantista

  3. quello su ritalin non è una fregnaccia,è dannosa.E per favore i bambini non sono una sigla.Cambia la vita sì,ma solo per omologare e rendere i bambini tutti uguali e meno vivaci possibile così i genitori e le maestre se ne devono occupare menol

  4. Sara, lavori con i bambini affetti da ADHD? Sai davvero di cosa parliamo?
    Sai cos’è il deficit da attenzione e iperattività? Sai cosa è un bambino che mentre guidi si sgancia la cintura e si butta fuori dalla macchina? o si arrampica sui mobili o sfinisce così tanto i genitori da essere a rischio di maltrattamento? Sai cosa vuol dire non riuscire a seguire un discorso perché l’attenzione fluttua e cambia di continuo?
    Se non conosci la sindrome è meglio tacere. Ci sono alcuni bambini malati, che meritano le migliori cure che abbiamo. il ritalin non è risolutivo ma aiuta a programmare interventi sia di educazione che di inserimento sociale. E l’ADHD ce l’hanno i bambini e ce l’hanno gli adulti. Prova ad informarti su quanto è difficile la vita per un adulto con ADHD.
    Degli abusi parliamo un’altra volta.

  5. so cosè e conosco un sacco di altre sigle che si usano per classificare i nostri bambini,malattie vari,disturbi.So anche che sono un adulta di cui è stata data il ritalin prima di nascere tramite la mamma.E che poi nel mio paese è stato tolto perchè dannoso.Forse abbiamo tutti una storia,tutti esperienze e non sono una sprovveduta in punti sensi,e io lotto contro gli abusi,che cè ne sono tanti-tanti.Con il massimo rispetto per chi ha altre cose vicine al cuore, chi lotta contro altre realtà.
    E sono allergica a chi mi dice di tacere,amo il confronto con rispetto

  6. Allora: parlare di ritalin e di psicopatologia infantile non è come parlare delle squadre di calcio. Io ne parlo perché, almeno, uno straccio di laurea in psicologia e un esame di stato l’ho superato e con terapeuti che si sono occupati di ADHD ci ho parlato. Non parlo di astrofisica perché non sono un astrofisico, non parlo di critica d’arte perché non ne so nulla, non mi avventuro nel discettare di neurochirurgia perché non sono un neurochirurgo…. Mentre tutti, anche tu Sara, ci riteniamo in grado di parlare addirittura di psicofarmaci e di psicologia infantile. Tua madre prendeva il ritalin? forse era una bambina, poi adulta, a cui il ritalin ha dato la possibilità di imparare, giocare e pianificare un corso d’azione senza distrarsi o essere incapace di valutare le conseguenze di quello che faceva.
    Se ti rileggi i miei post, scoprirai, una volta posati gli occhiali dell’ideologia, che non voglio prescrivere il ritalin a tutti i bambini irrequieti, ma voglio che i bambini che SOFFRONO di una malattia come l’ADHD possano accedere alle migliori cure. E non mi illudo certo che solo somministrare una molecola risolva il problema, tutt’altro. Gestire una sindrome come l’ADHD è una cosa complessa, non si guarisce mai e le medicine riescono, come sai, solo ad alleviare i sintomi.

    Da ultimo, a me non interessa affatto zittirti: solo che non hai ancora prodotto alcun argomento sensato contro la possibilità di prescrivere il ritalin.

  7. e tu non mi conosci.Non sai che faccio o che esperienze ho.La tua comunque è un parere.Per avere tanto studiato psicologia mi sembri più acido che comunicativo.
    A me non mi importa farti cambiare idea.Voglio solo potermi tenere la mia.
    E tu non hai prodotto alcun argomento sensato per la prescrizione di ritalin.
    Spero di non aver mai bisogno del tuo aiuto,ne per me ne per i miei figli.
    e qui finisce questa inutile comunicazione su un bellissimo blog che non se lo merita.
    Buona giornata

  8. Cara Sara, non mi interessa conoscerti, ma sapere cosa hai da dire. Visto che non dici nulla, forse non hai nulla da dire. Ti limiti ad insultarmi, e poi chiudendo mi accusi di non “essere comunicativo”: guarda che uno psicologo non deve mica essere una dama bianca. Sono innanzitutto un professionista, e quando si diffondono informazioni errate è mio dovere chiarire. Spero davvero che i tuoi figli non abbiano mai bisogno di alcuno psicologo: buon lavoro, dipende tutto da te.

  9. i bambini ai quali viene diagnosticata l’adhd vengono seguiti da psichiatri, non da psicologi.
    l’ente per lo studio dei farmaci in america ha verificato come dagli anni 80 in poi la suddetta sindrome sia stata sovrastimata di almeno il 75%, con conseguenze dannosissime per i bambini trattati e per tutta la società.
    si è anche scoperto che dall’inizio di uso massiccio di psicofarmaci per i nostri figli (anni ’80), si è avuto in tutto il mondo occidentale l’aumento, anzi, la nascita dei suicidi tra pre-adolescenti.
    medici di tutto il mondo, noti psichistri, chirurghi e neurologi infantili, soprattutto in israele ed in svizzera, usano da anni l’omeopatia, con sorprendenti risutati.
    in questa maniera i piccoli non vengono “sedati”, ma aiutati ed accompagnati nella gestione delle loro peculiarità.
    il buonismo e la pseudo-compassione per i genitori non aiuta nessuno.
    è terrificante essere un genitore e sapere di non poter aiutare tuo figlio, arrivare alla disperazione perchè non riconosci più chi hai messo al mondo.
    ancora più terrificante è sapere che iltuo bambino e il tutto il dolore della tua famiglia sono stati semplicemente usati per aumentare i profitti del “magico mondo delle ditte farmaceutiche”.
    informarsi, studiare, condividere.
    e parlare col cuore, E GLI OCCHI BEN APERTI.
    ciao sara.

  10. Serenella,
    i bambini con ADHD sono seguiti da team multidisciplinari. La neuropsichiatria infantile è la disciplina d’elezione. Nessuno (leggiti i miei post please) nega che in America la sindrme sia sovrastimata – per problemi sia culturali che di ogettiva pressione delle ditte farmaceutiche.
    Sull’omeopatia non rispondo neppure perché la letteratura SCIENTIFICA sui suoi effetti e concorde, robusto e molto molto estesa: non fa una beneamata … etc… Ne cito solo una facile facile neppure di un giornale scientifico, che mostra come le rpescrizioni omeopatiche in UK siano precipitate, dopo che c’è stata una campagna di informazione e ricerca al riguardo: http://www.telegraph.co.uk/health/healthnews/8729588/NHS-spending-on-homeopathy-prescriptions-falls-to-122000.html
    Il ritalin – informati ti prego! – non è un calmante ma un ECCITANTE! eh sì, questi bambni hanno un problema ad un area del cervello – l’area esecutiva centrale – che non riesce a coordinare e a pianificare con continuità le azioni. Per questo un eccitante come il Ritalin riesce a far funzionare quest’area meglio e i bambini ottengono un po’ della coordinazione che gli manca. Non è LA cura, è parte della cura. Oltre c’è da curare la famiglia che viene squassata da questa malattia, e occorre seguire il bambino perché sviluppi adeguatamente le sue abilità cognitive e di socializzazione.
    Ora, prima di ripetere a pappagallo qualcosa sentita da qualcuno che sapeva tutto ma proprio tutto su quanto fanno male gli psicofarmaci e sul complotto che i rettiliani stanno organizzando contro di noi, ti consuglierei un testo di neuropsichiatria infantile su cui documentarti e da cui partire
    Guidetti – Galli: Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza , approfondimenti. Il Mulino.
    Buona lettura

  11. Visto che sei così pignolo, e che sciorini lauree per zittire chi ha meno competenze di te ti correggo nel linguaggio, la ADHD Attention Deficit Hyperactivity Disorder non è una malattia ma una sindrome che è ben altra cosa…

  12. Evviva! Evviva! quanti argomenti: a quando vedrò un commento con su scritto “specchio riflesso!”.
    Sono post e post che chiedo un argomento (UNO!) sulla disinformazione circa il Ritalin e ho ottenuto solo fregnacce come : “è una sindrome non una malattia”… C’è qualcuno che può sostenere dati alla mano che l’ADHD non deve MAI essere curata con il Ritalin? Che in ogni caso gli psicofarmaci non vanno usati? Insomma c’è differenza tra dire: occorre prudenza (cosa che ho detto dal mio primo post!) e dire che il Ritalin è una invenzione delle kattive multinazionali.
    Invece di rispondere sul tono, vogliamo rispondere sul messaggio?
    Tutto il resto è ideologia non idee e con l’ideologia non si va da nessuna parte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...