Pessimo Crozza su Vendola gay

Crozza a Ballarò. Richiama una dichiarazione di Renzi, che avrebbe detto di essere come Vendola. E il comico: «ma sua moglie è contenta?»

Non so voi, ma a me questa battuta sembra di pessimo gusto. Riconduce l’esser gay di Vendola a un’aura negativa. Passa l’aspetto derisorio, il fatto che si possa ridere di quel personaggio pubblico o ironizzare su di esso perché gay.

Per altro il paragone di Renzi era politico. Che motivo c’era di buttarla sull’allusione sessuale? Di fatto Crozza, riducendo il ruolo politico di Vendola alla sua appartenenza a una minoranza, non ha fatto una battuta su quel ruolo. Crozza ha fatto la battuta sul “frocio”. Mi chiedo se lo stesso criterio fosse stato esteso a una donna, un nero o un ebreo cosa sarebbe successo.

Per altro, non so cosa sia peggio: se Crozza, che non fa ridere, debba ripiegare su questi mezzucci da scuderia Mediaset o Floris, che si sganasciava per un intero monologo divertente come una circolare del catasto.

Inghilterra: predica odio contro i gay. Arrestato.

Succede in Inghilterra. Un predicatore cristiano vede un poliziotto gay e comincia a insultarlo. Dicendo che la Bibbia lo vuole come errore, come “crimine di fronte a Dio”. Il poliziotto gli fa notare che il suo atteggiamento è irrispettoso nei confronti del concetto di dignità umana, oltre che dell’uniforme che indossa. Il pretaccio locale se ne infischia e continua. Scomodando Sodoma, Gomorra, Satana e qualcos’altro ancora dell’empireo cristiano.

Il poliziotto allora, dopo l’avvertimento iniziale, lo prende e lo porta in caserma. Il predicatore è accusato di molestie e di procurato allarme. Ha usato un luogo pubblico – una strada – per disseminare odio contro altre categorie sociali. Un atteggiamento che le leggi britanniche non possono tollerare. Da noi Bertone fa di peggio. E la sua chiesa predica lo stesso odio e ha la solidarietà e l’avallo del mondo politico, di questa orrida destra e dell’ancor più inutile e dannosa sinistra.

Altrove gli omofobi vengono giustamente arrestati e mandati in galera, come si fa coi razzisti, come si fa con quelli che se la prendono con neri ed ebrei (secondo quanto espresso da direttive comunitare). Quest’altrove è l’Inghilterra. Un paese civile, contrariamente a questa Italia che odia i gay e chiude un occhio su tutto il resto (mafia e abusi su minori inclusi).