Al riparo da ogni fulmine

Eri un petalo. Leggiadro. Destinato a volare via col primo soffio di vento. Abbiamo cercato di custodirti, di farti crescere prima come fiore, poi come albero forte e sano. Ma per te era stata scritta un’altra storia. Forse è poca cosa pensare che, per tutto questo tempo, ti abbiamo innaffiato con l’acqua di tutto l’amore possibile. Eppure è quello che successo, e anche se non si può lottare contro il destino che porta la tramontana, nessun alito malvagio potrà cambiare ciò che è stato. Perché è ciò che sarà, sempre e comunque. E questa pianta, quella della speranza e della tenacia degli affetti, quella della bellezza dei ricordi, cresce dentro, al riparo di tutte le piogge, di ogni fulmine, di ogni parola posta alla fine e scritta a sproposito.

Ciao piccola Ninninera… il vento ti ha portata via per sempre, fallendo tuttavia nella sua missione di morte. Sei volata in cielo e questo ha fatto di te un angelo eterno.