I leader del pd e la pipa di Pertini

Adesso io lo capisco pure che bisogna darsi coraggio. Per non parlare del fatto che sono il primo a ricordare le parole di Pertini, il quale diceva che a volte occorre lottare non solo senza paura, ma anche senza speranza. Però poi apri le pagine dei giornali vicine al piddì e leggi toni trionfalistici: «Fiducia al governo: mai così in basso».

Basta guardare qualche sondaggio pubblicati sul sito del Ministero degli interni per scoprire che se si votasse domani Berlusconi e i suoi avrebbero il 49,3%. Contro una sinistra sgangherata e un pd che rimane la sterile sommatoria di DS e Margherita (17% + 10% delle politiche del 2006).

Mettiamoci pure che Lazio, Puglia e Piemonte traballano e il quadro è completo.

Ma come ho già detto, capisco che bisogna farsi coraggio e ricordiamoci le parole di Pertini. Sebbene i mostri sacri che stanno ai vertici del pd di quell’uomo non sono in grado di reggere nemmeno la pipa.